Da Ungaretti a Gino Bartali, superato il primo scoglio della maturità – AUDIO

blank

Oltre 2mila studenti piacentini impegnati questa mattina nella prova di maturità. Le tracce. La poesia “Risvegli” di Giuseppe Ungaretti è la traccia proposta per l’analisi del testo. E poi Corrado Stajano e «Eredità del Novecento». Ma anche Leonardo Sciascia, da «Il giorno della civetta». E poi un testo di Tomaso Montanari, una traccia su Carlo Alberto Dalla Chiesa e una traccia “sportiva” su Gino Bartali.

blank

Domani ci sarà la seconda prova – diversa per ciascun indirizzo – e poi si partirà subito con gli orali, perché a partire da quest’anno non ci sarà più la terza prova. La sua abolizione non è l’unica novità di quest’anno: altre riguardano le valutazioni degli studenti, i criteri di ammissione all’esame di maturità, ma anche la struttura della seconda prova.

• A – Analisi e interpretazione di un testo letterario italiano
1.
 Giuseppe Ungaretti da “L’Allegria” in Il Porto Sepolto
2. Leonardo Sciascia, Il giorno della civetta

• B – Analisi e produzione di un testo argomentativo
1.
 Tomaso Montanari, Istruzioni per l’uso del futuro
2. Steven Sloman – Philip Fernbach, L’illusione della conoscenza
3. L’eredità del Novecento, partendo dall’introduzione di Corrado Stajano alla raccolta di saggi La cultura italiana del Novecento

• C – Riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità
1.
 Partendo da un testo di commemorazione del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, ucciso dalla mafia nel 1982, argomentare sui valori dell’antimafia, traendo spunto dal testo, dalle vicende che narra e dalle proprie considerazioni personali.
2. Tra sport e storia: una riflessione sul rapporto tra sport, storia e società partendo da un articolo sul ciclista Gino Bartali.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank