Norme anti-Covid, proseguono i controlli in città e provincia: cinque sanzioni nel fine settimana

Armato di coltelli

Dallo scorso 26 aprile l’Emilia Romagna, così come disposto dall’Ordinanza del Ministro della Salute, è passata in “zona gialla”.

blank

La nuova classificazione, ha consentito una graduale riapertura dei pubblici esercizi, il rientro in presenza degli studenti degli Istituti Secondari di Secondo Grado.

“Nelle attività quotidiane, è fondamentale il rispetto delle regole generali ormai ben note: distanziamento, mascherine, lavaggio mani, ventilazione dei locali, applicazione protocolli e linee guida, secondo le responsabilità di ciascuno, a tutela nostra, dei nostri cari e di quanti entrano in contatto con noi, evitando assembramenti, che possano farci tornare tutti indietro a condizioni più restrittive e dannose per l’economia”. Si legge in una nota della prefettura.

“Continua incessante l’impegno profuso dagli uomini e dalle donne delle Forze di Polizia, dagli Enti e dalle Polizie locali in termini di uomini e mezzi per le attività di monitoraggio anti covid”.

Dal 26 aprile al 2 maggio 2021, prima settimana di zona gialla, le Forze di Polizia statali e locali hanno effettuato, nell’ambito delle attività generali di prevenzione e controllo del territorio, 652 servizi con l’impiego di 1337 uomini.

Nello stesso arco temporale, nell’ambito dei controlli COVID, hanno controllato 1083 persone e 84 attività o esercizi commerciali ed accertato 22 sanzioni a carico di cittadini e 2 a carico di esercizi commerciali per violazione della predetta normativa per uno dei quali è stata disposta la chiusura in via provvisoria ex art. 2, comma 1 D.L. 33/2020.

Nel solo fine settimana del 1 e 2 maggio 2021, sono state controllate 271 persone e 20 attività o esercizi commerciali ed accertate 5 sanzioni a carico di cittadini.

Dall’8 marzo 2020 sino al 2 maggio 2021 sono state controllate in questa provincia n. 127729 persone e n. 7606 esercizi pubblici e commerciali: nell’ambito di questa attività sono state sanzionate n. 4183 persone, n. 92 gestori di esercizi commerciali (disponendo in n. 24 casi la chiusura provvisoria) e denunciate n. 11 persone per violazione della quarantena disposta dall’Azienda sanitaria ai sensi dell’art. 260 R.D. 1265/1934 (art. 2, comma 3 D.L. 33/2020).

Rispettare le prescrizioni fondamentale per contenere la diffusione del COVID e mettere il sistema sanitario nelle condizioni di proseguire nell’importante azione di immunizzazione.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank