Piacenza – Padova, una sfida di prestigio al “Garilli”

Piacenza - Padova

Il Piacenza arriva alla sfida del Monday night contro il Padova con qualche piccola certezza in più, ma ancora in fondo alla classifica. Scazzola ha fatto di necessità virtù: le numerose assenze lo hanno costretto a ridisegnare l’assetto tattico della squadra che per tratti del match con il Trento ha giocato con il 4-5-1, ma il tecnico è intenzionato a tornare al classico 4-4-2. La chiave di lettura della sfida ai patavini è sempre la stessa: cercare di limitare i danni in difesa deve essere il primo obiettivo.

blank

Ascolta Piacenza – Padova su RADIO SOUND

Piacenza, oltre al danno due beffe

Un Piacenza ferito anche dagli episodi che non vogliono essere un alibi per le carenze di una squadra che ha chiare difficoltà, ma iniziano a pesare tanto: un gol annullato ingiustamente contro la Juventus Next Gen ed un rigore (che poi ha portato al pareggio degli avversari) che non aveva ragion d’essere perché viziato da un fallo di un giocatore del Trento. Se il vento della fortuna sembra soffiare dalla parte opposta alla rotta della nave biancorossa è pur vero che qualche nonostante tutto l’equipaggio sembra aver effettuato la virata giusta: lo si è visto chiaramente domenica scorsa quando i biancorossi sono stati in grado con personalità di rimontare all’ennesimo vantaggio iniziale, salvo poi vedersi beffare dal penalty.

Scazzola, tanti rebus da risolvere

E così ci si prepara alla sfida al Padova, una delle formazioni più rinomate dell’intero girone A di serie C, con alle spalle due buone prestazioni che non hanno però ancora portato a quella vittoria che alla fine di ottobre manca ancora al Piacenza con il rischio concreto di aver gettato alle ortiche praticamente due mesi di campionato. Senza contare le lacune della squadra e l’indubbia qualità dell’avversario che pur avendo vinto una sola gara nelle ultime 5 è pur sempre al quinto posto della classifica, il tecnico dovrà fare i conti come al solito con le assenze.

Progetto “Dolce come la prevenzione”

Piacenza Calcio 1919 è lieta di contribuire al sostegno del progetto benefico “Dolce come la prevenzione”, iniziativa gestita da Armonia Onlus in collaborazione con l’azienda Bardini.

blank

“In occasione dell’ottobre in rosa – ideato proprio per sensibilizzare sull’importanza della prevenzione nella lotta al tumore al seno – nelle piazze di molti Comuni e nel punto di accoglienza del Centro Salute Donna saranno venduti i cioccolatini offerti da Bardini”

ha spiegato Romina Cattivelli, presidente di Armonia Onlus. Anche in occasione della sfida Piacenza – Padova, in programma lunedì 31 ottobre alle ore 20.30, presso lo stadio Garilli sarà allestito un banchetto ove sarà possibile acquistare i cioccolatini della nota azienda piacentina a fronte di un’offerta di 10 euro. “Il ricavato – sottolinea Romina – sarà interamente devoluto al Centro Salute Donna e verrà impiegato nell’acquisto di strumentazione tecnica innovativa necessaria all’attività di prevenzione.

Ciò contribuirà, peraltro, a rendere il Centro, già oggetto di importanti e recenti restyling, un punto di riferimento per tutta l’Emilia Romagna”.

La probabile formazione

PIACENZA (4-4-2): Tintori: Frosinini, Nava Masetti, Capoferri, Munari, Persia, Palazzolo, Gonzi, Morra, Cesarini

blank

11a giornata di campionato

Domenica 30 ottobre, ore 14:30
Albinoleffe – Juventus NEXT GEN
FeralpiSalò – Renate
Vicenza – Pro Vercelli
Lecco – Trento
Novara – San Giuliano
Pergolettese – Pordenone
Pro Sesto – Pro Patria
Triestina – Mantova
Virtus Verona – Arzignano

Lunedì 31 ottobre, ore 20:30
Piacenza – Padova DIRETTA SU RADIO SOUND

La classifica

Lecco 20; Renate e FeralpiSalò 19; Novara, Padova, Pordenone e Vicenza 17; Arzignano 16; San Giuliano e Pro Patria 15; Pergolettese, Pro Sesto e Pro Vercelli 14; Juventus Next Gen 12; Albinoleffe e Mantova 11; Trento 9; Triestina 7; Virtus Verona 5 ; Piacenza 4.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank