Pietra Parcellara e Pietra Perduca “scippate” dallo spot del Prosciutto di Parma. Albasi Sindaco di Travo, “Per noi motivo d’orgoglio”. AUDIO

Pietra Parcellara e Pietra Perduca

Pietra Parcellara e Pietra Perduca “scippate” dallo spot televisivo nazionale del Prosciutto di Parma. Albasi, Sindaco di Travo, “Per noi motivo d’orgoglio”

Il territorio di Travo in uno spot nazionale sul Prosciutto di Parma? Fa discutere la scelta di inserire nella clip luoghi magici come la Pietra Parcellara e la Pietra Perduca, due simboli piacentini e non parmensi. Non cede invece al campanilismo il Sindaco di Travo Lodovico Albasi che a Radio Sound parla di motivo d’orgoglio per questa scelta.

“ Non è il primo spot nazionale che viene fatto da noi e questo è motivo d’orgoglio perché significa che è un’area molto bella. Poi io sono per abbassare il campanile. Forse esiste ancora un po’ di rivalità tra Piacenza e parma, però che siano girate immagini sul nostro territorio è solo motivo d’orgoglio per i travesi”.  

I piacentini però sentono il senso d’appartenenza…

“Infatti vista la sollecitazione dei miei cittadini io mi metterò in contatto con il Consorzio del Prosciutto di Parma, perché potremmo creare qualcosa d’importante con loro aldilà dello spot”.

La Pietra Parcellara, una delle montagne più note ai piacentini, è detta anche il “Cervino della Valtrebbia” perché ricorda con la sua punta aguzza il ben più noto e alto monte simbolo delle Alpi. Solitaria, in quanto nessun monte le si affianca da Travo fino alle pendici del Monte San Lazzaro, la Pietra Parcellara si presenta con mille facce ed aspetti diversi, ogni volta sorprendenti: da Travo è rotonda come un elmetto, da Perino è appuntita e affilata come un duro e nereggiante cono, da Cassolo è piatta e larga.