La Placentia Half Marathon diventa virtuale, appuntamento il 9 maggio: tutti connessi grazie a un’app – AUDIO e INFO

Placentia Half Marathon

Domenica 3 maggio 2020 si sarebbe dovuta svolgere la 25^ Placentia Half Marathon, ma l’emergenza Coronavirus ha costretto gli organizzatori all’annullamento. L’appuntamento con la 25^ Placentia Half Marathon era stato quindi posticipato di un anno, a domenica 9 maggio 2021. Verso la fine del 2020, la speranza di tutti, anche degli organizzatori di eventi, era di una risoluzione quasi definitiva dei contagi grazie all’annunciato avvio della campagna vaccinale.

blank

“Purtroppo ciò non è accaduto; quindi ci vediamo costretti a prendere la decisione di un ulteriore annullamento anche per il 2021 ed il rinvio a domenica 8 maggio 2022”. Lo spiegano gli organizzatori Pietro Perotti e Alessandro Confalonieri.

E così la Placentia Half Marathon torna a essere virtuale.

La partenza “ufficiale” è quella del 9 maggio, ma sarà possibile correre anche in una data compresa tra il 3 e l’8 maggio. Con una iscrizione si può correre una sola volta. La classica gara di mezza maratona sarà sostituita da una iniziativa di corsa “virtuale”. Ognuno potrà correre, in qualsiasi luogo e in qualsiasi zona d’Italia, tutti connessi grazie a una app.

Radio Sound seguirà la giornata in qualità di media partner per raccontare le emozioni di questo innovativo progetto.

TUTTE LE INFORMAZIONI SUL SITO DELLA PLACENTIA HALF MARATHON

blank

“Convinti che il “podismo” è innanzitutto socialità, ritrovo e condivisione, prima ancora che agonismo e competizione, proponiamo un evento virtuale come occasione per condividere la passione dello sport con gli amici e i propri cari, pur rispettando le regole del distanziamento sociale”, spiegano Perotti e Confalonieri.

Il cuore di questa idea è una apposita app installabile su device Android e Ios. L’app funziona da interfaccia con l’evento virtuale, scandendone i tempi. Dopo essersi iscritti proprio come ad una gara reale, agli atleti viene data una finestra di start e un tempo massimo, durante il quale vengono tracciati e “misurati” da TDS, la principale azienda italiana di cronometraggio gare. Il tracciamento è reso disponibile al pubblico, che può vedere in ogni momento dove si trova la persona seguita, e viene aggregato ai dati degli altri concorrenti in modo da fornire una classifica in tempo reale in ogni punto del percorso “ufficiale”. Il tracciamento diventa dunque un mezzo per poter continuare ad avere tutti (o quasi) i servizi consueti in una gara: cronometraggio, classifica ad ogni km, sms e/o mail coi risultati, diploma di partecipazione etc.

21,097 km in 7 giorni – dal 3 al 9 maggio

Durante tutta la settimana che precede la “virtual PHM” sarà possibile partecipare alla “21,097 km in 7 giorni” durante la quale saranno conteggiati e sommati i km percorsi con l’obiettivo di riuscire a percorrere la distanza kilometrica di una mezzamaratona.

Per avere contezza dei tempi e soprattutto dei km percorsi ci serviremo della piattaforma STRAVA.COM, probabilmente la più seguita dagli sportivi di tutto il mondo.

L’obiettivo che ci prefiggiamo è di creare gruppi Placentia Half Marathon all’interno della piattaforma Strava, seguiti da tanti appassionati e di coinvolgere anche tante altre persone creando dei veri e propri “gruppi virtuali” di cammino.

blank

Life Style e Progetto Vita

L’associazione piacentina Progetto Vita, conosciuta per quanto è riuscita a fare nella lotta contro la morte improvvisa da arresto cardiaco attraverso l’uso e la diffusione di defribillatori, da alcuni anni opera attivamente anche nella prevenzione delle malattie cardiocircolatorie attraverso il progetto Life Style.

Tre semplici regole alle quali si deve aggiungere la corretta informazione per conseguire una matura conoscenza in merito ai rischi che si corrono ed ai comportamenti da adottare

1. Camminare per 30 minuti al giorno a passo veloce

2. Interrompere la sedentarietà ogni 30 minuti

3. Seguire la dieta mediterranea

“Un evento che ci vuole riportare a una nuova normalità, alle buone abitudini dell’attività fisica. Ricordo che in questo periodo si parla solo di Covid; ma in realtà il numero di arresti cardiaci e infarti è raddoppiato”, spiega la dottoressa Daniela Aschieri. “Da una parte perché la gente aveva paura, sbagliando, di andare in ospedale; dall’altra perché lo stare chiusi in casa ci ha costretto a una vita sedentaria accompagnata da una cattiva alimentazione”.

blank

“Affiancheremo e sosterremo questo progetto, con la supervisione e la collaborazione di Progetto Vita, attraverso lo sviluppo di gruppi di cammino (e corsa) utilizzando la già citata piattaforma online “Strava” dando vita ad un gruppo denominato “PHM – Gruppi di cammino”. Le informazioni saranno, con la supervisione di Progetto Vita e di specialisti medici, diffuse attraverso newsletter, canali social ed i media locali. Il “gruppo virtuale” sulla piattaforma Strava si pone l’obiettivo di dare un minimo di continuità alla grande esperienza dei “gruppi di cammino”; gruppi che tanto successo stavano iniziando ad ottenere prima della pandemia. La Regione Emilia-Romagna, segue da anni questa attività attraverso il progetto “basta poco e ci guadagni in salute” e la conseguente “mappa della salute” con indicati 130 gruppi di cammino, 180 associazioni per sport dedicato alle persone disabili, tutte le palestre; un patrimonio che non si deve perdere”, spiegano gli organizzatori della Placentia Half Marathon.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank