Amorini: “Scazzola ha fatto un miracolo sportivo”. E sulla prossima stagione: “Serve un D.S. competente”

piacenza calcio, punti di vista

È scientificamente provato che i “punti di vista” di Andrea Amorini siano la lettura preferita da ogni tifoso del Piacenza calcio

blank

L’analisi dell’esperto di Radio Sound

Un miracolo sportivo

Si è chiusa una stagione che ha visto i biancorossi arrivare al traguardo finale al 12esimo posto con ben 18 punti di vantaggio dalla penultima. Numeri che rappresentano un miracolo sportivo: un miracolo figlio di Scazzola. Il tecnico non può che entrare di diritto fra gli allenatori più determinanti della storia biancorossa.

Obiettivi diversi

Il Piacenza dovrà avere obiettivi diversi la prossima stagione e questo allenatore dovrà rappresentare il primo tassello. Le prossime saranno quindi settimane importanti per i soci biancorossi. Si dovrà capire come organizzare il futuro.

Un’esperienza che vale più di qualsiasi master…

Il progetto di quest’estate ha subito una correzione importante e decisiva in corso d’opera. Quest’annata di bassi, e poi di tanti alti, ha rappresentato per i soci un’esperienza che vale più di qualsiasi master.

Il progetto non può prescindere dal direttore sportivo

Il piccolo consiglio che ci sentiamo di dare alla dirigenza è quello di affidarsi ad un valido direttore sportivo. Una società sportiva difficilmente può programmare il presente ed il futuro senza un D.S. Occorre per la gestione delle problematiche quotidiane, un confronto continuo con lo staff tecnico e non ultimo per il mercato. Sono necessità che devono essere assolutamente ricoperte da un addetto ai lavori. Averlo in organico o non averlo in organico sarà già un chiaro segnale del futuro biancorosso.

I punti di vista sul Piacenza calcio in formato video

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank