In clinica pronta per un intervento ma era ricercata dal 2018, blitz dei carabinieri e arrestata: deve scontare nove anni

Piacenza 24 WhatsApp

Ricercata dal 2018 viene rintracciata dai carabinieri in città ed arrestata. La donna di 63 anni era ricercata per un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dal Tribunale di Brescia.

I carabinieri della Stazione di Piacenza Principale, intorno a mezzogiorno di mercoledì 27 marzo hanno arrestato una 63enne straniera. Sulla donna pendeva un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso nell’ottobre del 2018 dal Tribunale Ordinario di Brescia. Per la donna era scattata la condanna a 9 anni di reclusione ed al pagamento di una multa da 40mila euro. Sentenza del Tribunale della città lombarda per detenzione ai fini di spaccio di droga. Reati risalenti tra l’ottobre del 2001 e il giugno del 2002 a Torino, Brescia, Bergamo e Nizza.

Gli uomini dell’Arma piacentina avevano contezza della presenza della donna in città presso una struttura sanitaria. In seguito ad alcuni accertamenti, una pattuglia della Stazione di Piacenza Principale ha raggiunto la casa di cura “Clinica Piacenza” in via Morigi. Dopo aver chiesto alla reception della presenza della donna in struttura, i carabinieri son corsi al terzo piano della casa di cura. Lì hanno fermato la 63enne che era in attesa di essere sottoposta ad un intervento chirurgico di “cataratta”.

Dopo averla accompagnata in caserma, per le operazioni di fotosegnalamento e gli atti relativi all’arresto, hanno trasferito la condannata al carcere di Reggio Emilia. Lì sconterà la pena di 9 anni comminategli dall’autorità giudiziaria.

Radio Sound
blank blank