Rugby – Rimonta clamorosa e tripudio Lyons: Valorugby battuto 43-26

lyons
Piacenza 24 WhatsApp

Non è finita fino a quando non è finita.
Deve essere stata questa la frase usata all’intervallo da Coach Urdaneta e Capitan Bruno per motivare la squadra, e come nella migliore delle favole i Lyons sono rinati dopo aver toccato il punto più basso. Dopo aver subito 4 mete nei primi 28 minuti, i bianconeri compiono una rimonta incredibile, annientando il Valorugby Emilia a suon di mete e portando a casa una vittoria fondamentale ancorchè insperata. Il 43-26 finale, suggellato dalla meta allo scadere di Moretto, fa esplodere i tifosi bianconeri, che dopo 5 mesi possono festeggiare una vittoria casalinga della Sitav Rugby Lyons.

La cronaca

L’avvio è stato da horror per i Lyons, con un errore marchiano di Capitan Bruno dopo soli 2 minuti che consegna la meta a Violi dentro l’area di meta. Il mediano ex Azzurro ringrazia e firma i primi punti della gara. Per i primi 30 minuti di partita i Lyons non usciranno dalla propria metà campo, tramortiti dallo strapotere fisico del Valorugby, dominante in mischia e rimessa laterale. Proprio da un’azione di touche arriva una meta di punizione, che unita al cartellino giallo mostrato a Minervino infligge un colpo pesantissimo per i Lyons. In superiorità numerica gli ospiti marcano ancora con Resino, e al 28’ l’asse Du Preez-Amenta confeziona la terza meta, arrivata in mezzo ai pali e simbolo della dominanza degli amaranto, con i due giocatori reggiani che rompono due placcaggi a testa portando a tuffarsi in meta il numero 8 Amenta.

In quel momento, nessuno avrebbe scommesso un centesimo su una rimonta dei Lyons. Anche in tribuna si leggeva lo scoramento e la disillusione dei tifosi. A crederci sono stati i giocatori, trascinati dai propri uomini chiave. Su un pallone vagante Cuminetti prima e Bruno poi si avventano sull’ovale, che viene recuperato dal Capitano bianconero e passato allo stesso Cuminetti, per la prima meta dei bianconeri al 30’. È la scossa che serviva ai bianconeri, che di fatto non faranno più entrare il Valorugby nella propria metà campo per il resto della partita. I Leoni iniziano a dettare legge in mischia, e al 40’ un cartellino giallo viene mostrato a Diaz per falli ripetuti. Prima di rientrare negli spogliatoi anche la touche batte un colpo, portando Minervino a schiacciare l’ovale per il 12-26. Il Valorugby resta in controllo, ma i Lyons ci credono.

Secondo tempo

E al rientro dagli spogliatoi la musica non cambia. I Leoni si portano subito in attacco, e dopo soli 2 minuti Paz buca la difesa reggiana e marca in mezzo ai pali. La situazione si è ribaltata: pubblico del Beltrametti in visibilio, Valorugby a cui sembra mancare la terra sotto i piedi. I Lyons tengono il piede sull’acceleratore, e la pressione porta frutti al 53’: errore madornale di Violi, che si fa stoppare un calcio e permette a Janse van Rensburg di schiacciare il meta la marcatura del pareggio. Fondamentali in questo senso i calci di Cuoghi, che dopo l’uscita di Chico si incarica dei calci piazzati registrando un ottimo 6/6 dalla piazzola, a cui si unisce una grande capacità di gestione del gioco e l’uso dei calci anche nel gioco aperto, che gli varranno il premio di Player of the Match della partita.

È proprio Cuoghi a regalare il primo vantaggio della gara ai Lyons, trasformando in tre punti un calcio di punizione da posizione comoda, dopo che un altro errore di Violi aveva regalato un possesso in attacco ai Lyons. Il Valorugby è ormai tramortito, e il colpo di grazia viene inflitto da Capitan Bruno, con una delle sue classiche fughe sull’ala concluse in meta su assist di Cuoghi. Negli ultimi 10 minuti i reggiani provano a rientrare in partita, ma l’unica occasione da meta costruita nel secondo tempo si spegne con un pallone perso in avanti. Nel finale i Leoni si riportano in attacco, e la mischia bianconera porta a schiacciare l’ovale Moretto per il tripudio finale.

I prossimi impegni

Cinque punti pesantissimi per i Lyons, che agganciano al 7° posto il Mogliano e si giocheranno la salvezza nelle ultime due giornate di campionato, che si disputeranno dopo Pasqua. Prima la trasferta a Padova, poi il gran finale contro Colorno in casa il 13 aprile.

Sitav Rugby Lyons v Valorugby Emilia 43-26

Marcatori: p.t. 2’ m Violi (0-5), 16’ m di punizione Valorugby Emilia (0-12), 24’ m Resino tr Farolini (0-19), 28’ m Amenta tr Farolini (0-26), 31’ m Cuminetti (5-26), 40’ m Minervino tr Cuoghi (12-26). St. 42’ m Paz tr Cuoghi (19-26), 53’ m Janse van Rensburg tr Cuoghi (26-26), 58’ cp Cuoghi (29-26), 61’ m Bruno tr Cuoghi (36-26), 78’ m Moretto tr Cuoghi (43-26)

Sitav Rugby Lyons: Biffi (70’ Via A); Rodina (16’ De Rossi, 26’ Rodina), Cuminetti, Paz, Bruno (cap); Chico (26’ Via G), Cuoghi; Moretto (79’ Bottacci), Petillo (60’ Cissè), Janse van Rensburg; Pisicchio (64’ Cemicetti), Salvetti; Morosi (62’ Aloè), Minervino (79’ De Rossi), Acosta (62’ Pelliccioli). All. Urdaneta 

Valorugby Emilia: Farolini; Resino (75’ Ruaro), Majstorovic (49’ Tavuyara), Bertaccini, Colombo (32’ Pagnani); Renton (cap), Violi; Amenta, Paolucci, Nasove (51’ Tuivaiti); Dell’Acqua, Du Preez (60’ Gerosa); Favre (62’ Rossi), Silva (51’ Garziera), Diaz (58’ Mazzanti). All. Violi 

Calciatori: Biffi 0/1 (Sitav Rugby Lyons), Cuoghi 6/6 (Sitav Rugby Lyons), Farolini 2/3 (Valorugby Emilia) 

Punti conquistati in classifica: Sitav Rugby Lyons 5; Valorugby Emilia 1

Player of the Match: Andrea Cuoghi (Sitav Rugby Lyons)

Iscriviti per rimanere sintonizzato!

Radio Sound
blank blank