Doppia inaugurazione venerdì a XNL: si alza il sipario sulla mostra di Simeti e parte il progetto XNL Aperto

Una doppia inaugurazione, dedicata a tutti gli appassionati di arte e di cultura, è in programma venerdì 23 settembre alle ore 18 a XNL Piacenza, il Centro d’arte contemporanea, cinema, teatro e musica di Fondazione di Piacenza e Vigevano.

blank

Le porte dell’istituzione si apriranno liberamente al pubblico a partire dalle ore 17 e alle 18 si alzerà il sipario sull’attesa personale di Francesco Simeti, un’indagine sul tema delle rappresentazioni della natura a cura di Paola Nicolin, annunciata nel febbraio scorso con il progetto Anteprima. Contestualmente all’inaugurazione della mostra di Simeti avrà luogo un’altra importante “partenza”: la prima edizione di XNL Aperto, una manifestazione dedicata alle arti contemporanee promossa da Fondazione, Comune di Piacenza e Camera di Commercio, sempre coordinata dalla direttrice artistica del programma Arte di XNL Paola Nicolin.

Sotto l’egida di XNL Aperto numerosi soggetti pubblici e privati, istituzioni, musei, gallerie d’arte, nelle scorse settimane hanno messo in rete i propri progetti espositivi, concordato un’apertura straordinaria e ad accesso gratuito di tutti gli spazi (venerdì 23 settembre dalle ore 17 alle 21) e costruito una “mappa” condivisa che illustra i punti della città in cui, a partire dal 23 settembre, sarà possibile compiere un suggestivo itinerario all’insegna delle arti contemporanee.

XNL Aperto nasce dalla volontà, condivisa dai promotori e dai partner dell’iniziativa, di promuovere le arti come elemento di formazione e riflessione al servizio della collettività, e di lavorare nella prospettiva di allargamento dei pubblici e dell’accessibilità anche delle iniziative più innovative.

blank

La mappa di XNL Aperto propone un percorso che muove dagli spazi di XNL e dalla mostra di Francesco Simeti e si snoda nel centro storico di Piacenza, dove più vie e incroci si accendono: la Galleria Ricci Oddi, la galleria Volumnia in Sant’Agostino, lo spazio culturale RatHaus in via Pietro Giordani, la galleria Biffi Arte in via Chiapponi, il Complesso di Santa Chiara al civico 11 dello Stradone Farnese, e due progetti temporanei di diverso formato che andranno in scena in due edifici storici: il progetto Fenestella, a cura di un consorzio di gallerie private composto da Apalazzo galleryCorvi-MoraED Gallerygreengrassigalleria UNA, occuperò gli spazi della corte interna del palazzo all’incrocio tra Largo Matteotti 10 e via Cavour 40; e il progetto Alfabeto Bianco,ideato da Francesca e Ruggero Montrasio e nato dalla collaborazionedi Montrasio ArteGalleria Zero…, che trova casa in via Nova 53.

L’itinerario si conclude fuori dalle mura della città, con la proposta di vistare The Shit Museum, in località Campremoldo Sopra di Gragnano Trebbiense.

L’iniziativa si svolge anche grazie alla preziosa collaborazione con il Liceo Gioia di Piacenza, dal momento che alcuni studenti-volontari lavoreranno come mediatori culturali durante la serata di apertura del 23 settembre, aiutando il pubblico a muoversi tra i vari progetti.

blank

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank