A Piacenza la “Stella Michelin” come meta turistica

A Piacenza la “Stella Michelin” come meta turistica. “Piacenza è una città che ha grande potenzialità e stiamo davvero cercando di fare esaltare tutte le eccellenze del nostro territorio. Questo lavorando in collaborazione con Destinazione Turistica Emilia e tutti gli attori coinvolti. Siamo orgogliosi di collaborare con Michelin e di avere l’opportunità di presentare la Guida Michelin a novembre. Occasione che siamo sicuri sarà un ulteriore momento per scoprire tutte le nostre bellezze e il nostro potenziale”.

blank

Con queste parole il Sindaco Patrizia Barbieri ha accolto il riconoscimento della Stella Michelin come meta turistica. Stella che la nostra città si è vista confermata da Michelin, nell’ambito dell’evento “Anima Emilia, Gusto-Arte-Natura”. Un evento che si è tenuto nella scenografica Sala degli Specchi del Teatro Valli di Reggio Emilia. E’ stato il momento per presentare la Cartoguida Michelin, nuovo strumento di promozione del territorio firmato dall’autorevolissimo editore. Per la prima volta dedica un tale prodotto a Piacenza che assieme a Parma e Reggio Emilia condivide il progetto di Destinazione Turistica Emilia. È una ulteriore tappa di un viaggio che avrà come prossimo significativo appuntamento la presentazione della nuova Guida Michelin Italia, che si terrà a novembre a Piacenza.

La Cartoguida Michelin

La Cartoguida Michelin focalizza la sua attenzione sull’area geografica delle 3 province di Destinazione Turistica Emilia. Il tutto segnalando i punti di interesse artistico-culturale, i prodotti tipici del territorio e i ristoranti di qualità segnalati nella selezione Guida Michelin.

“L’appuntamento di oggi – commenta il Sindaco Patrizia Barbieri insieme all’Assessore Jonathan Papamarenghi – è un altro significativo passo. Unisce le 3 province di Destinazione Turistica Emilia nella valorizzazione del territorio”.

Destinazione Emilia

“Destinazione Turistica Emilia – prosegue il sindaco – è nata dalla capacità di fare sistema. Ma anche di rendere esperienza positiva la competizione che si è creata dalla triplice candidatura a Capitale italiana della Cultura 2020. Da subito i 3 territori hanno inteso collaborare per favorire ricadute positive sull’intera area dell’Emilia occidentale, incrementando il numero di turisti e visitatori. I dati, a questo proposito, ci stanno dando ragione. Si rileva infatti che solo a Piacenza nel 2018 abbiamo registrato l’8 per cento in più di arrivi rispetto all’anno precedente. Inoltre tutti gli indicatori sono positivi. La Cartoguida Michelin che viene presentata oggi è un prodotto di altissima qualità. Parte dal prodotto food, eccellenza del territorio, ed è un ulteriore tassello in questo percorso di crescita comune”.

Il confronto e il dibattito hanno permesso di sottolineare sia la valenza di Destinazione Turistica Emilia, sia di evidenziare l’importante ruolo dei ristoranti. Questi infatti stanno diventando un fattore nella scelta delle mete turistiche, tanto da creare un fenomeno definito Taste Tourism.

E per degnamente celebrare il valore dei ristoranti e della cucina dell’Emilia Occidentale l’evento si è concluso con un aperitivo e una cena di gala presso i Chiostri di San Pietro.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank