Serie A2 – La Bakery Piacenza butta via la sfida-salvezza: Trapani vince 68-66 al Fotofinish

bakery piacenza

La Bakery Piacenza dopo la conquista infrasettimanale contro Urania Milano è chiamata alla sfida contro la 2B Control Trapani. Per la formazione siciliana c’è tanta voglia di rivalsa alimentata dall’infortunio dell’americano Childs sul campo della S.Bernardo.

La cronaca

Per i primi 120 secondi al PalaConad vediamo in campo due formazioni intente a studiarsi. A 3 minuti dalla palla a due, dopo qualche scambio a vuoto, Wiggs porta la 2B Control sul 5-5, tra Trapani e Piacenza continua la fase di stallo. Sul fallo ai danni di Nik Raivio la Bakery inizia a staccare la compagine bianco-granata, con 2 punti in appoggio di Anthony Morse la formazione piacentina allunga fino a raddoppiare (5-10). Trapani prova subito a rifarsi sotto con Biordi, ma Raivio provvede subito saldare la distanza tra le due formazioni. La coppia Donzelli e Bonacini segue il leitmotiv del numero 30 biancorosso è in quattro e quattr’otto porta la Bakery a +9 sui padroni di casa. Il lungo parziale biancorosso dura poco, perché sull’altro fronte, in risposta all duplice intesa piacentina si trovano Tomasini e Wiggs che assestano rispettivamente una tripla e un’appoggio morbido alla tabella da 2 punti. Al PalaConad il primo quarto di gioco si chiude 17-25.

blank

Secondo periodo

Si ritorna in campo dopo i primi 10 minuti di gioco ed è subito palla persa per Trapani con un buonissimo recupero Bakery; Raivio puntato da Mollura, trova il canestro il break è 5-0. La 2B Control prova ad ingaggiare il gioco ma sbaglia il tiro, si riparte con Chinellato che trova il fallo e sono subito 2 tiri dalla lunetta per il numero 16 biancorosso. Si riparte con la formazione di casa e con Vincenzo Guaiana che sigla il -9 con una tripla, l’unica della partita, ma dall’altra parte del campo c’è Nik Raivio che sino a questo momento ha predicato una lodevole pallacanestro e battezza nuovamente Trapani.

Un paio di palle perse per entrambe le formazioni rallentano il ritmo incalzante della partita condotta con grande qualità dalla Bakery. C’è una palla persa di Lucarelli, ma subito recuperata da Bonacini che fa guadagnare a quest’ultimo un giro in lunetta. A 4 minuti dall’intervallo lungo Coach Campanella chiama il minuto di stop per provare a rialzare il ritmo visto nella prima frazione di gara. Dopo il libero di Trapani. I biancorossi provano ad accelerare ma la foga e la voglia di imporsi sfociano in un momento di confusione che fa sfuggire il pallone dalle mani dei piacentini.

Equilibrio

Trapani approfitta del calo di tensione e si riporta subito a -4 (29-33) con il secondo giro in lunetta in pochi minuti. Morse caparbio più che mai sotto la plancia si prende un importantissimo rimbalzo e infila 2 punti. Doppio giro in lunetta per Bonacini che infila 4 liberi consecutivi su due falli di Biordi. Tap-in sbagliato di Trapani e palla persa della Bakery. Al PalaConad sono attimi di confusione per entrambe le formazioni. Piacenza prova a tornare in carreggiata con la coppia Donzelli e Raivio che sigla 6 punti in 20 secondi e sul + 11 per la Bakery, dalla panchina di casa arriva la chiamata del time-out. Fallo antisportivo su contropiede di Chinellato e tripla sbagliata di Tomasini ed è subito intervallo lungo.

Secondo tempo

La situazione in campo, non è cambiato troppo dalla fine del secondo quarto, sono minuti di caos generale al PalaConad, la retina di entrambi i canestri rimane immobile e il suono del ferro echeggia per il palazzetto siciliano. Qualche campo a vuoto e il gioco si sblocca, arriva il trend positivo di Trapani che accorcia le distanze con 5 punti di Wiggs che sigilla la sua cavalcata con una schiacciata che sveglia il tiepido pubblico del PalaConad sino a questo momento silente.

Coach Campanella è costretto a chiamare il time-out. Ma è la formazione bianco-granata a dettare il ritmo. Quelle che inizialmente erano 12 distantissime lunghezze si trasformano in un vicinissimo 50-52. La Bakery partita come un freccia rossa concede troppo spazio al treno in partenza da Trapani che, con costanza e determinazione, supera per la prima volta in 28 minuti di sfida la formazione biancorossa. Con Lucarelli la Bakery lascia la fermata dei 52 punti in cui sostava da 7 minuti. Il terzo quarto si chiude in perfetta parità 54-54.

Gli ultimo 10 minuti

Si apre l’ultimo periodo di gioco e Wiggs porta la 2B Control in vantaggio, subito recuperata da Raivio. Continuano gli scambi in parità e un fallo in attacco di Biordi concede palla e fiato alla Bakery che prova a ripartire con Bonacini che appoggia la palla al ferro ma non riesce a concludere. A 6 minuti dalla fine del match il punteggio rimane in equilibrio, entrambe le compagini faticano a segnare, c’è tensione nell’aria e la qualità del gioco ne risente.

Prima Bonacini e poi Romeo, ma la solfa non cambia. Al PalaConad il tabellone continua a segnare parità. Mollura lascia il campo per falli, un colpo per la compagine bianco-granata che nonostante tutto tiene le redini della partita. Arriva una Tripla di Wiggs che porta i padroni di casa a +3 sulla Bakery, è cambio per Piacenza che abbassa il quintetto con lo switch Morse / Czumbel.

La tensione nell’aria è palpabile. Arriva un fallo per la 2B Control e un glaciale Nik Raivio sfrutta benissimo il viaggio in lunetta. Trapani riparte, il cronometro segna 30 secondi al fischio della sirena, sul 67 a 66 arriva il fallo di Bonacini. Tomasini infila i due liberi. Si riparte, ultimi 14 secondi, Raivio prova la tripla della vittoria ma non entra. Dopo 30 minuti di dominio biancorosso è la 2B Control a trionfare al PalaConad.

2B Control Trapani – Bakery Piacenza 68-66

(17-25, 19-19, 18-10, 14-12)

2B Control Trapani: Wiggs 25, Romeo 12, Mollura 9, Biordi 6, Tomasini 5, Massone 4, Taflaj 4, Guaiana 3, Basciano 0, Minore 0, Longo 0, Dancetovic 0

Bakery Piacenza: Raivio 18, Morse 10, Bonacini 9, Lucarelli 9, Donzelli 8, Sacchettini 8, Czumbel 3, Chinellato 1, El agbani 0, Perin 0  

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank