Serie A2 – La Bakery Piacenza spezza l’incantesimo e torna alla vittoria: Milano battuta 81-78

bakery piacenza

La Bakery Piacenza, dopo la mancata vittoria contro Mantova, proverà a strappare i 2 punti sfuggiti per un non nulla alla prima di campionato contro l’Urania Milano; questa volta però il peso specifico della contesa è sicuramente maggiore, visto che le due compagini stanno entrambe lottando per allontanarsi  dalle ultime posizioni e provare a stare in scia del treno playoff.

Le due squadre si equivalgono per la produzione offensiva prodotta sinora; la differenza invece la troviamo a livello difensivo dove l’Urania concede 7 punti in meno rispetto a quelli concessi dai biancorossi. Coach Campanella avrà quindi sicuramente lavorato sull’aspetto difensivo, consapevole che la spunterà chi riuscirà a subire meno l’offensiva avversaria.

blank

I tre arbitri danno al via a questa partita: Bonacini, Raivio, Lucarelli, Donzelli e Morse  sfidano Bossi, Montano, Nikolic, Thomas e Paci.

La cronaca del match

A smuovere il tabellone è l’ex di turno Nik Raivio che premia l’assistenza di Morse bravo a trovarlo smarcato sotto canestro. Dopo questo primo vantaggio le due squadre trovano ripetutamente la via del canestro da ambo le parti, fino al 12-12 con 4:22 da giocare; per ora sulle plance troviamo Bonacini con 5 punti per i biancorossi e il duo Montano-Thomas anch’essi con 5 punti a testa.

Il primo mini strappo è a marchio Bakery grazie alla tripla di Bonacini e il comodo layup in transizione di Raivio. L’Urania è abile a rientrare subito grazie ai 7 punti dell’americano Thomas; sarà proprio un suo assist, per la tripla di Nikolic, a chiudere il primo quarto con il punteggio di 21-19 in favore dei padroni di casa.

Il secondo quarto si apre sulla falsariga del primo, con Piacenza che trova punti da oltre l’arco e in backdoor grazie a Lucarelli e con l’Urania che risponde con le scorribande di Thomas e le percussioni da dentro l’area di Paci. Alla metà esatta del quarto Piacenza si trova avanti con il punteggio di 34-30, non riuscendo però a trovare lo spunto decisivo per scavare un solco sostanzioso. Mattatore di questi ultimi minuti è sicuramente Portannese, autore di 10 punti in pochi minuti che permettono agli ospiti di rientrare in scia di Piacenza, fino al punteggio di 43-42 con cui si conclude il secondo quarto.

Secondo tempo

In avvio di terzo parziale è Thomas a prendersi la scena, raggiungendo in una manciata di minuti 20 punti personali, grazie a diverse penetrazioni vincenti. La Bakery però trova una cosa che spesso le è mancata, ossia energia e canestri da chiunque entri in campo: Chinellato con 6 punti ed alcuni importanti rimbalzi, Sacchettini a quota 9 punti e Czumbel, abile a dirigere le redini del gioco in assenza di Bonacini. Le due compagini si equivalgono sostanzialmente nel gioco prodotto e nei punti realizzati: 62-59 è il punteggio con cui si aprirà l’ultimo e decisivo quarto di gioco.

Torna a suonare la carica un mai domo Bonacini, creandosi lo spazio in isolamento e realizzando un pregevole fade away. Gli risponde Nikolic, a quota 9 con tre triple a bersaglio per lui. Gli risponde puntualmente Thomas, che sta letteralmente tenendo a galla i suoi, aiutato da Portannese, autore di 15 punti, 4 rimbalzi e 2 assist sin qui. 

Sostanziale parità che viene scossa dall’ennesima bomba di Nikolic che segna il 76-78 in favore di Milano; Bonacini però dimostra, se ancora ce ne fosse bisogno, di essere l’uomo in più nei momenti decisivi, trovando l’ennesimo arresto e tiro vincente della sua partita e portando la contesa in parità entrando negli ultimi due minuti di gioco. Nell’azione seguente Bonacini cattura un rimbalzo e subisce fallo, trasformando uno dei due liberi tentati. L’azione decisiva è ad opera di un onnipresente Donzelli, abile a stoppare il lungo Piunti, e a lanciare di conseguenza il contropiede che porta al comodo layup di Raivio; il suo canestro silga l’81-78 finale poichè l’Urania non trova la via del canestro nell’ultimo possesso a disposizione.

Prossimo appuntamento

Boccata d’ossigeno per i biancorossi che ritrovano la via del successo e che si caricano in vista del match di domenica contro una diretta concorrente alla salvezza come Trapani. Appuntamento al PalaConad, ore 17:00, per un match che si preannuncia infuocato.

Bakery Piacenza-Urania Milano 81-78

Parziali: 21-19, 43-42, 62-59, 81-78

BAKERY PIACENZA: Bonacini 7, Lucarelli 15, Raivio 15, Donzelli 4, Morse 12, Sacchettini 9, Chinellato 6, Czumbel, El Agbani ne, Perin ne. 

Allenatore: Federico Campanella

URANIA MILANO: Piunti 8, Thomas 24, Abega, Pesenato ne, Paci 4, Montano 7, Cipolla 2, Portannese 18, Nikolic 12, Bossi 3, Cavallero ne.

Allenatore: Davide Villa

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank