Trasferimento del reparto di Riabilitazione dell’ospedale di Castel San Giovanni a Fiorenzuola, Stragliati: “Inaccettabile”

Trasferimento del del reparto di Riabilitazione dell’ospedale di Castelsangiovanni a Fiorenzuola, Stragliati: "Inaccettabile"

“L’Ausl di Piacenza trovi una soluzione alternativa all’annunciato trasferimento del reparto di Riabilitazione dell’ospedale di Castelsangiovanni dall’altra parte della nostra provincia, a Fiorenzuola. I 30mila abitanti della Valtidone non possono accettare questo ulteriore svuotamento dell’unico ospedale al servizio della vallata”. La consigliera regionale della Lega Valentina Stragliati boccia senza attenuanti la decisione, che l’Ausl di Piacenza definisce temporanea, di trasferire i 20 posti letto del reparto di Riabilitazione per consentire lavori di adeguamento tecnologico della Cardiologia dello stesso ospedale”.

blank

“L’ospedale di Castelsangiovanni, i pazienti e i loro familiari ma anche tutti i residenti della vallata hanno già pagato un caro prezzo con la chiusura forzata della struttura sanitaria per diventare il primo ospedale Covid d’Italia, all’inizio della pandemia. Il Pronto soccorso dal 20 novembre è ancora chiuso. Per questo mi oppongo a questa decisione, peraltro annunciata a mezzo stampa, e chiedo che l’Ausl di Piacenza trovi quanto prima una soluzione alternativa. Penso, ad esempio, all’ex ospedale di Borgonovo, dove mi risulta ci siano spazi vuoti e che è certamente più vicino alla Valtidone rispetto a Fiorenzuola”.

Già in passato – osserva Stragliati – “il reparto di Lungodegenza era stato trasferito da Borgonovo all’ospedale di Castelsangiovanni e quando si fanno questi trasferimenti è sempre molto difficile tornare indietro anche se sono annunciati come temporanei, come in questo caso. Deve essere fatto tutto il possibile –conclude Stragliati – per limitare i disagi alla popolazione della vallata che merita il mantenimento del nostro presidio ospedaliero di eccellenza. Stiamo assistendo a un progressivo svuotamento delle strutture sanitarie al servizio della vallata ma, come Lega, ci opporremo con fermezza”.

Sullo stesso tema è intervenuto anche Carlo Juri Tosca, Consigliere di maggioranza Fratelli d’Italia del Comune di Castel San Giovanni.

Il Comunicato.

La storia dovrebbe aiutarci a non commettere più errori ed invece perseveriamo in scelte sempre più discutibili in nome di chissà quale logica  ! La salvezza per molte regioni italiane nel 2020 è stata la sanità territoriale utile ad isolare, curare e salvare migliaia di vite umane. Noi invece facciamo l’esatto contrario: depotenziamo e smantelliamo!  

È di qualche giorno fa lo spostamento di n°20 posti letto della riabilitazione del nosocomio castellano verso il “nuovo contenitore di Fiorenzuola”. 

Gli addetti ai lavori hanno appreso la notizia solo poco tempo fa: era così urgente il trasferimento da non riuscire a pianificarlo con tempistiche più congrue? 

Vorrei solo ricordare che qualche settimana fa anche l’Unita Spinale di Villanova e” stata trasferita a Fiorenzuola.  

Sono tutte coincidenze?  

Una volta per tutte il DG Baldino ci dica con chiarezza e onestà quali sono gli obiettivi che la Regione Emilia Romagna gli ha affidato.  

Potremo così finalmente capire il piano di ristrutturazione della sanità piacentina visto e considerato che Castel San Giovanni non ha più un Pronto Soccorso da novembre 2020. 

Vorremmo anche ricordargli che la sua riconferma a DG la scorsa estate era stata data a fronte di promesse chiare e definite. 

Inizia davvero ad essere faticoso doverglielo ricordare continuamente. 

Il pensiero di Gianbattista Vico sui “ corsi e ricorsi storici” è sempre più attuale. Purtroppo.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank