Difesa del suolo, nuovi lavori lungo il Trebbia a Corte Brugnatella e Travo per il ripristino della funzionalità idraulica

Piacenza 24 WhatsApp

Manutenzione del Trebbia sempre in primo piano. Dalla Regione arrivano nuovi lavori per il ripristino della funzionalità idraulica in due località del piacentino: a Ca’ Teresa e Ca’ Uccelli, in comune di Travo, dove i lavori sono in corso, e a Marsaglia, in comune di Corte Brugnatella.

“Gli interventi puntano a ripristinare la morfologia dell’alveo del corso d’acqua per renderla più adeguata a contrastare l’erosione delle sponde provocata dalla corrente”, spiega l’assessore regionale alla Difesa del suolo, Irene Priolo-. Per questo si è prevista la realizzazione di rami secondari del letto del fiume con l’obiettivo di favorire il deflusso delle acque: il Trebbia si conferma al centro dell’attenzione nell’ambito della strategia regionale per la sicurezza del territorio”.

Le opere, di importo pari a 78.750 euro realizzate dal Servizio di Piacenza dell’Agenzia regionale di sicurezza territoriale e Protezione civile, sono state finanziate dalla Regione con fondi del Programma operativo triennale 2019-2021 dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile.

Cantieri in corso e terminati

Attualmente si sta lavorando nel comune diTravo, a Cà Teresa e Cà Uccelli.

In questo tratto di fiume le piene, transitando nel ramo che si trova al centro dell’alveo, hanno depositato ingenti quantità di materiale ghiaioso e proprio per questa ragione a Ca’ Uccelli le acque di piena sono tornate a toccare il limite della sponda sinistra di fronte alle case. Verrà perciò riaperto e rimodulato il ramo del fiume già esistente e parallelamente è previsto il tamponamento del limite della sponda, oltre alla ricostruzione dell’argine per proteggere il centro abitato.

La prima parte dei lavori, partiti a febbraio, si è svolta invece in località Marsaglia nel Comune di Corte Brugnatella. A monte del ponte della strada statale 45 è stato realizzato un ramo secondario al centro dell’alveo del Trebbia, collegando i due già esistenti in sponda destra e sinistra. Lo scopo dell’intervento era il recupero della conformazione preesistente, in modo da dividere le portate intermedie in più rami e alleggerire così la pressione della corrente sulla sponda destra lambita dal fiume.

Tutte le informazioni sui lavori in corso in Emilia-Romagna per la sicurezza del territorio sul sito: https://www.regione.emilia-romagna.it/territoriosicuro.  /

Radio Sound
blank blank