Alluvione nel bolognese, Jessica di Oipa a Radio Sound: “Intervenuti per salvare i cavalli mentre l’acqua stava salendo” – AUDIO

Alluvione nel bolognese Oipa
Piacenza 24 WhatsApp

Alluvione nel bolognese, Jessica di Oipa a Radio Sound: “Intervenuti durante il maltempo per salvare gli animali di una scuderia mentre l’acqua stava salendo”.

I volontari e le guardie zoofile dell’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa) di Bologna sono intervenuti per portare in salvo i cavalli di una scuderia a Budrio nella zona del crollo del ponte Motta. Erano rimasti isolati e due sono stati ricoverati, uno per una perforazione allo stomaco e l’altro per ferimenti alle zampe.

Stiamo lavorando con tutto quello che possiamo avere a disposizione per aiutare chi è in emergenza“, racconta la delegata dell’Oipa di Bologna Jessica Quercioli, intervenuta in soccorso della scuderia. “Rispondiamo alle chiamate incessanti e disponiamo i soccorsi nei limiti del possibile“.

Come avete salvato gli animali dall’alluvione?

“L’acqua stava salendo a causa della rottura del Ponte della Motta. C’erano dei cavalli feriti, ma siamo riusciti a spostarli mettendoli in salvo fornendo le prime cure. Ringrazio la veterinaria che poi è riuscita a portare in clinica i due cavalli feriti”

Che ore si stanno vivendo nel bolognese

“Ore di gran disperazione sia per quanto riguarda gli uomini ma anche gli animali. Abbandonare tutto non è facile così come aver paura per i propri animali. Purtroppo molti gatti non sono riusciti a salvarsi dall’acqua. Siamo in attesa di andare a controllare colonie feline, dobbiamo aspettare che l’acqua cali. Speriamo si siano arrampicati sugli alberi”.

I volontari e le guardie zoofile dell’Oipa stanno operando in condizioni molto critiche. Sono isolati nelle loro zone e non riescono a intervenire  luoghi distanti. Entro questi limiti, laddove non subiscano personalmente dei danni, fanno il possibile per portare aiuto ai quattrozampe vittime delle esondazioni, delle frane, degli smottamenti.

Un appello accorato dall’Oipa ai proprietari di animalimetteteli sempre in sicurezza in caso di allerta meteo, vanno subito spostati dalle zone di pericolo e messi al sicuro. Anche i gatti lasciati liberi in queste occasioni tragiche possono cercare posti per nascondersi e rimanere lì chiusi o bloccati.

Alluvione nel bolognese, Jessica di Oipa a Radio Sound

Raccolta fondi

L’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa) ha dato il via a una raccolta fondi straordinaria per consentire ai suoi volontari e guardie zoofile dell’Emilia Romagna e delle Marche di salvare gli animali vittime della tremenda ondata di maltempo che sta causando esondazioni, allagamenti, frane e smottamenti.

«Non ci sono parole per descrivere la distruzione cui stiamo assistendo, accompagnata dal dolore e dalla morte di moltissimi animali», racconta il coordinatore delle guardie zoofile Oipa dell’Emilia Romagna, Enrico Forlani. «Non riusciamo ad arrivare ad aiutare tutti, in taluni casi i soccorsi sono possibili solo con gli elicotteri, ma facciamo il possibile con le risorse e le braccia su cui possiamo contare: abbiamo sezioni di volontari e nuclei di guardie zoofile in tutta la Regione. Se qualcuno si volesse aggiungere alle nostre squadre, anche dopo che sarà passata l’emergenza, può contattarci».

Per rinforzare l’azione dell’Oipa sui territori colpiti da questa catastrofe, parte oggi una raccolta fondi straordinariaChi vuole versare un contributo può farlo nei modi descritti in questa pagina web.

Un appello accorato dall’Oipa ai proprietari di animalimetteteli sempre in sicurezza in caso di allerta meteo, vanno subito spostati dalle zone di pericolo e messi al sicuro. Anche i gatti lasciati liberi in queste occasioni tragiche possono cercare posti per nascondersi e rimanere lì chiusi o bloccati.

Per aiutare, informazioni, urgenze e necessità varie, questi sono i recapiti del Nucleo delle guardie zoofile dell’Emilia Romagna:
tel. 051 404580 – 377 7085458

email guardieemiliaromagna@oipa.org
sito: https://www.guardiezoofile.info/emiliaromagna

Chi vuole versare un contributo può farlo nei modi descritti in questa pagina webhttps://www.oipa.org/italia/offerta-alluvione

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank