Calcio, la serie D riparte con la Coppa Italia

serie D

Finite le amichevoli pre-campionato, è ora di fare sul serio. Domenica 25 agosto, Vigor Carpaneto e U.S. Fiorenzuola scenderanno in campo per il primo impegno ufficiale relativo alla stagione 2019/2020. Sarà il primo turno di Coppa Italia a dare il via all’annata delle due compagini piacentine di serie D. La formazione rossonera, guidata dal nuovo tecnico Luca Tabbiani, farà visita al Crema mentre i biancazzurri di Carpaneto, allenati dal brasiliano Adaílton, ospiteranno il Lentigione.

blank

Radio Sound blank blank blank

É il battesimo per queste due formazioni che sono chiamate a riconfermarsi nei piani alti della categoria.

QUI FIORENZUOLA

Dopo l’addio di Lucio Brando, il Fiorenzuola del presidente Pinalli ha voluto puntare su mister Tabbiani. Il neo allenatore, insidiatosi promettendo un calcio frizzante, ha trovato in squadra otto reduci della passata stagione: Guglieri, Colantonio, Contini, D’Apolito, Zaccariello, Corbari, Bigotto e Bruzzone. Su questa base, che è andata vicina ad eliminare il Modena dai playoff, sono stati innestati tanti giocatori nuovi che proveranno a migliorare ancora i risultati in casa U.S.

Come da tradizione la linea seguita dal DS Di Battista è quella verde, con una rosa composta da tantissimi under e soli due giocatori nati prima degli anni ‘90 (Luca Piraccini e capitan Guglieri).

Dopo un giro di amichevoli non positivo dal punto di vista dei risultati, i rossoneri viaggeranno in Lombardia per vedersela con il Crema 1908 che sulla carta è tra le favorite del girone D di serie D.

Mister Tabbiani ha mischiato diversi moduli durante i test pre-campionato (4-4-2, 4-3-1-2, 4-3-3) provando a conoscere al meglio i suoi ragazzi.

PROBABILE FORMAZIONE

Per via di ciò la formazione anti-Crema possiede una sola sicurezza: il pacchetto difensivo. Battaiola difenderà i pali e avrà quattro uomini davanti a sé: Carrara, Cavalli, Bruzzone e Guglieri. A centrocampo, in base al modulo, ci sono cinque uomini che si giocano quattro maglie: Hathaway, Zaccariello, Amore, Palladini e Pozzebon. Mentre là davanti Piraccini e Boilini sono quasi sicuri di trovare posto.

QUI CARPANETO

Il presidente Rossetti, per la stagione 2019/2020, ha voluto fare le cose in grande. Dopo la splendida annata trascorsa nei piani alti della serie D, la formazione biancazzurra ha puntato su un nucleo di giocatori che fondono esperienza di professionismo e tanta gioventù. A mister Martins Adaílton, che affronta la prima esperienza come capo-allenatore, è chiesto il difficile compito di portare la Vigor ancora più alto del settimo posto. In zona playoff.

Per farlo, avrà a disposizione tre giocatori di talento assoluto: Julien Rantier (terzo anno in serie D), Salvatore “Sasà” Bruno (neo-arrivato) e Francesco Bini (neo-arrivato). Insieme a questo trio di “ex pro”, la Vigor ha mantenuto lo zoccolo duro dell’anno passato (Mastrototaro, Barba, Abelli, Rossini, Zuccolini, Favari) ed ha acquistato tantissimi giovani da svezzare.

Dopo la sconfitta, alla prima uscita assoluta con il Modena, sono arrivate prestazioni sempre più convincenti contro avversarie di categoria inferiore. L’allenatore brasiliano ha quasi sempre optato per il 433, variando le titolarità per approfondire la conoscenza dei ragazzi.

PROBABILE FORMAZIONE

In vista di domenica ci sono ancora tanti dubbi da dissipare. In primis le condizioni di Bruno e Bini che dovrebbero partire dalla panchina, ed in secondo luogo chi tra i tanti under avrà conquistato il posto da titolare. Contro il Lentigione (serie D, girone D) la maglia di portiere dovrebbe essere di Belli e davanti a lui potrebbero esserci Rocchi, Rossini, Zuccolini e Barba. Nei tre a metà spicca la titolarità di Mastrototaro con diversi ballottaggi per i due posti ai suoi lati; Zazzi, Abelli, Rossi e Romeo lottano per due maglie. Davanti l’imprescindibile Rantier, con Giannini e Galazzi schierati ai suoi lati.

Di Carlofilippo Vardelli

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank blank