Consegnati i pettorali per la Placentia Half Marathon: “Atleti africani, nessuna mercificazione” – AUDIO

24^ PLACENTIA HALF MARATHON
Domenica 5 maggio dalle 08:45 in diretta su RADIO SOUND (Fm 95 e 94,6)

Dal 30 aprile al 4 maggio alle 13:30 “Aspettando la Maratona”, notizie, curiosità e anticipazioni.

In collaborazione con:

Consegnati i pettorali per la Placentia Half Marathon: “Atleti africani, nessuna mercificazione”. A pochi giorni dalla Placentia Half Marathon non è ovviamente passata inosservata la vicenda legata alla mezza maratona di Trieste e le polemiche legate all’esclusione degli atleti africani. Una questione che si fonda su una problematica molto spinosa.

La questione degli atleti africani

Riportiamo le parole del presidente dell’organizzazione che promuove la gara podistica, Fabio Carini. “Quest’anno abbiamo deciso di prendere soltanto atleti europei. Questo affinché si regolamenti quello che è attualmente un mercimonio di atleti africani di altissimo valore. Atleti che vengono semplicemente sfruttati. Questa è una cosa che non possiamo più accettare”.

“In Italia troppi organizzatori subiscono le pressioni di manager poco seri che sfruttano questi atleti e li propongono a costi bassissimi. Questo va a scapito della loro dignità. Molto spesso non intascano niente e non vengono trattati con la giusta dignità di atleti e di esseri umani. Ma anche a discapito di atleti italiani ed europei, che non possono essere ingaggiati perché hanno costi di mercato”.

Sul tema è intervenuto Alessandro Confalonieri, organizzatore della Placentia Half Marathon.

“Da una decina di anni in Italia ci sono controlli strettissimi sulla partecipazione degli atleti che provengono da tutto il mondo. Anche a Piacenza si registrava il fenomeno chiamato ‘commercio atletico’ con i Paesi dell’Est, un fenomeno che ha allertato il Coni e la Federazione Atletica Leggera. Da allora si è strutturato un sistema di controllo trasversale. Innanzitutto si è costituito un albo nazionale dei manager e degli atleti. Il Coni controlla attraverso le federazioni gli accessi sul territorio italiano con inviti della durata di 20-30 giorni. E’ un permesso di soggiorno provvisorio di cui dispongono anche gli atleti che saranno a Piacenza”.

“Noi collaboriamo con l’organizzazione Run Together che è presieduta dalla moglie di Lokomwa, atleta che ha scritto la storia della Placentia Half Marathon. Per questo motivo noi siamo tranquilli sotto questo punto di vista. Teniamo presente che in generale l’atletica leggera è una disciplina dove gli atleti sono comunque pagati meno rispetto ad altri sport. E comunque gli atleti stessi sono molto felici di venire a Piacenza dal momento che sono trattati con rispetto e sono messi a loro agio”.

La consegna dei pettorali

In Municipio gli organizzatori Pietro Perotti e Alessandro Confalonieri hanno consegnato i pettorali ai rappresentati delle istituzioni e delle associazioni.

Durante la conferenza stampa, il questore Pietro Ostuni e la direttrice della scuola Allievi Agenti di Polizia Paola Capozzi hanno consegnato simbolicamente agli assessori Federica Sgorbati ed Erika Opizzi le magliette con il logo della campagna nazionale della Polizia di Stato “Questo non è amore”.

Campagna contro la violenza di genere. Le magliette in occasione della Placentia Half Marathon saranno indossate da diversi testimonial. Tra questi l’assistente capo della Polizia Claudia Salvarani, già pluricampionessa italiana con i colori delle Fiamme Oro.

Già nella mattinata di sabato 4 maggio, in piazza Cavalli, saranno apposti i loghi della campagna antiviolenza.

Gli organizzatori Alessandro Confalonieri e Pietro Perotti hanno consegnato i pettorali per la partecipazione alla mezza maratona al consigliere comunale Christian Fiazza – anche in rappresentanza dei colleghi Massimo Trespidi e Gianluca Bariola, che non sono potuti intervenire nell’occasione. Ma anche al consigliere della Fondazione di Piacenza e Vigevano Alberto Dosi, al Sergente Maggiore Mauro Tarantino e al Primo Caporalmaggiore Barbara Randazzo in rappresentanza del gruppo di circa 15 atleti del 2° Reggimento Genio Pontieri, a Roberto Romagnoli per il Corpo dei Vigili del Fuoco e al commissario Giuseppe Addabbo della Polizia Locale.

La referente di Ceas Infoambiente del Comune di Piacenza, Alessandra Bonomini, ha consegnato a tutte le autorità presenti – oltre a coloro che sono già stati citati, anche gli assessori allo Sport e all’Ambiente, Stefano Cavalli e Paolo Mancioppi – le pettorine per la partecipazione alla mini-maratona che coinvolge scuole e associazioni.

LInk delle notizia pubblicate con tutte le info utili:

utili:https://www.piacenza24.eu/placentia-half/
https://www.piacenza24.eu/top-runner/