Covid tra gli studenti: “Contagi avvenuti fuori dalla scuola, la mascherina va indossata anche all’esterno” – AUDIO

Covid tra gli studenti: “La mascherina va indossata anche all’esterno della scuola. I sette casi identificati fino ad oggi arrivano tutti dal di fuori degli istituti”. Così il direttore generale Luca Baldino nel tracciare l’andamento dell’epidemia sul nostro territorio. La settimana scorsa sono stati 71 i nuovi positivi al Covid19, una crescita non esponenziale ed in linea con la regione. La settimana precedente, infatti, i nuovi casi erano stati 67, mentre la settimana prima 36.

La situazione nelle scuole

Radio Sound blank blank blank blank

Il numero di tamponi effettuati è rimasto pressoché invariato. L’attenzione è mirata alla riapertura delle scuole: “Ad oggi abbiamo avuto 7 casi nelle scuole piacentine in cui sono stati identificati dei positivi” ha dichiarato il direttore generale Luca Baldino. “Abbiamo sottoposto a tampone 178 fra personale docenti e studenti e abbiamo trovato 4 positivi, tutti studenti. Voglio evidenziare alcuni elementi. Per garantire la continuità scolastica non esiste un automatismo. Non è vero che se un ragazzo è positivo, tutta la classe e tutta la scuola vanno in quarantena. C’è una valutazione che i medici fanno di volta in volta considerando il tipo di contatto e se si sono rispettate le misure anti-contagio. All’istituto Romagnosi abbiamo trovato altri 2 studenti positivi. Non sarà facile capire se il contagio è avvenuto all’interno della classe, dove vige l’obbligo della mascherina e del distanziamento, o in classe. È fondamentale quindi mantenere tutte le norme all’interno come al di fuori della scuola.

In questo momento più del 50% dei positivi rientra nella fascia di età compresa tra gli 0 e i 40 anni. La situazione è ribaltata completamente rispetto ai mesi scorsi, in cui l’80% era al di sopra dei 40 anni. La terapia intensiva rimane fortunatamente vuota.

Mi rivolgo sia ai ragazzi sia ai genitori degli stessi: la vita continua al di fuori della scuola” ha ribadito Baldino. “A scuola gli studenti passano solo 6 ore delle 24 di una giornata, di fatto il contagio può avvenire anche all’esterno della struttura scolastica. I 7 casi identificati fino ad oggi arrivano tutti dal di fuori della scuola: la famiglia era già sottoposta a monitoraggio. Occorre perciò rispettare tutte le norme anche al di fuori della scuola: la mascherina non va indossata solo tra i banchi. All’uscita nel piazzale della scuola, quando si fanno feste, pic-nic, in generale quando semplicemente ci si ritrova”.

I nuovi casi, aumento contenuto

La buona notizia è che i casi non sono aumentati esponenzialmente rispetto alla settimana scorsa, ma comunque tendono ad aumentare. Analizzando la curva dei contagi, non sta scendendo come 4 mesi fa, ma sta aumentando lentamente. L’impegno da parte nostra in misura di tamponi e contact tracing, da parte dei cittadini il maggior rispetto possibile delle norme. All’istituto Romagnosi abbiamo trovato altri 2 studenti positivi. Non sarà facile capire se il contagio è avvenuto all’interno della classe, dove vige l’obbligo della mascherina e del distanziamento, o all’esterno della classe. È fondamentale quindi mantenere tutte le norme all’interno come al di fuori della scuola.”

Analizzata anche la prospettiva per il prossimo inverno, quando i casi di influenza cresceranno con molta probabilità, e la disponibilità di vaccini antinfluenzali a Piacenza. “Si comincia lunedì 12 ottobre” ha dichiarato Baldino. “Invitiamo tutti alla vaccinazione. Sono stati ordinati 94 mila vaccini: ci sarà per tutti, anche per le fasce più giovani che come abbiamo visto sono le più colpite”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank