Gradito ritorno per la Bakery, Duilio Birindelli ancora in biancorosso

“El Gringo” ritorna alla corte del presidente Beccari per aiutare nuovamente i biancorossi in un’annata che metterà a dura prova gli uomini di coach Campanella. Dopo una sola stagione trascorsa a Vigevano, il lungo argentino potrà tornare ad abbracciare Roberto Maggio, Santiago Bruno ed il pubblico che tanto lo ha amato e sostenuto. Con la maglia biancorossa Duilio ha giocato (tra Campionato, Playoff e Coppa Italia) 24,38 minuti mettendo insieme le cifre di: 8.6 punti, 2 assist e 5.68 rimbalzi di media.

Ai nostri microfoni sono arrivate le prime parole del giocatore sudamericano

“Scegliere la Bakery non è stato difficile. Appena ho ricevuto la proposta del presidente non ho esitato ad accettare. A Piacenza ho conosciuto persone fantastiche a cui io tengo molto, e credo che anche loro tengano a me.”

Cosa ti ha spinto a tornare?

“Il nuovo progetto caratterizzato dai giovani mi ha convinto subito. Per me rappresenta un nuovo modo per mettermi in gioco, sia a livello personale che di gruppo, soprattutto per dimenticare la stagione passata che per me non è stata facile.

Cercheremo di fare il meglio possibile, e dare tutto per regalarci delle soddisfazioni. Nonostante il girone difficile nessuno di noi vuole fare un campionato di comparsa. Credo che potremo diventare la sorpresa del girone e regalare qualche sorpresa anche quest’anno, cercando di replicare la stagione di due anni fa.”

Duilio Ernesto Birindelli è nato a Rufino (Argentina), il 21/11/1984 ed è un’ala grande di 200 cm. Arriva in Italia nel 2004 ed entra nel basket italiano dalla porta principale, la Serie A1, nella quale disputa due Campionati con la maglia dei Roseto Sharks. Dopo un paio di anni sul Lido delle Rose passa alla Dinamo Sassari, con la quale gioca un anno. In seguito alle nuove norme che regolano l’utilizzo dei cosiddetti “passaportati” nei campionati professionistici è costretto a scendere nelle “minors”, vestendo in successione le maglie di Catanzaro (Serie B2), Atri (Serie B1) Canicattì (Serie B2) e Massafra (Serie B2) con la quale conquista la promozione in Serie B1. Nel campionato 2011/2012 porta anche Agrigento alla promozione in Serie B1 e alla conquista della Coppa Italia di Serie B.

Dopo l’esperienza con la Assi Basket Ostuni (DNB), nel Campionato 2013/2014, decide di ritornare un anno in Argentina.

Il suo periodo albiceleste dura poco perché la stagione 2015/16 vale un’altra promozione. Con la maglia dell’Eurobasket Roma vince il proprio girone nel Campionato di Serie B, e conquista nuovamente l’accesso in Serie A2 nella Final Four di Montecatini.

Nel campionato successivo si muove verso la Virtus Cassino, ma viene eliminato ai playoff da Napoli nella gara decisiva. La passata stagione l’ha vissuta a Vigevano. Con la nuova casacca ha raggiunto le semifinali per poi essere sconfitto da Orzinuovi, futura promossa in Serie A2.