Giuramento per i nuovi agenti di polizia del 225esimo corso: “Ogni giorno incontrerete persone con storie e problemi diversi, siate empatici” – AUDIO, VIDEO e FOTO

blank
Piacenza 24 WhatsApp

Alla Scuola allievi agenti di Piacenza si è celebrata la cerimonia solenne di giuramento del 225° corso.

Agli allievi, ormai veri e propri agenti a tutti gli effetti, pronti a prendere servizio, si è rivolto il direttore della Scuola Allievi Agenti, Francesco Anelli.

Essere esempio

“Ringrazio i genitori di questi giovani agenti per aver saputo inculcare loro i giusti valori che li hanno resi desiderosi di entrare a far parte della grande famiglia della Polizia di Stato. È una grande emozione per me, ma sono certo che il vostro cuore sia gonfio di orgoglio e felicità per la nuova vita che vi accingete a vivere. Il primo pilastro su cui si fonda la nostra istituzione è il rispetto per la legge, per i cittadini, per i colleghi e per voi stessi. Ricordate sempre che indossate una divisa. Questa rappresenta non solo voi stessi, ma anche l’intera Polizia di Stato”.

“Ogni azione che intraprenderete si rifletterà su tutti noi e dobbiamo sempre essere un esempio di integrità e professionalità. Nel bene e nel male, ogni azione di poliziotto si riverbera su tutta la nostra collettività, onere e onori derivanti dall’indossare un uniforme. Il rispetto della legge deve venire da noi per primi, solo così possiamo sperare di incidere positivamente sulla società. Diventare un punto di riferimento per i cittadini è fondamentale per il bene di tutti, ma solo con la correttezza e l’etica si può perseguire e raggiungere un tale ambizioso risultato”.

Equità tra uomini e donne

“Al giorno d’oggi sono molti i settori della vita sociale dove vi sono sperequazioni tra uomini e donne. Questo non vale per la Polizia di Stato. Si è inserito nella nostra mentalità di operatori il normale convincimento di una sostanziale equità. Possiamo sicuramente definirci una forza di Polizia moderna e dal passo con i tempi, non solo per le tecnologie, ma soprattutto per la mentalità”.

“Essere un agente di Polizia significa stare tra la gente. Non siamo solo forze dell’ordine, siamo anche mediatori, ascoltatori e protettori. Ogni giorno incontrerete persone con storie diverse, problemi diversi. Siate empatici, ascoltate attentamente e cercate sempre di risolvere i conflitti in modo pacifico. Ricordate che il vostro ruolo è quello di servire la comunità”.

Poliziotti sempre

“Quasi tutte le professioni, quando uno rientra a casa, consentono un normale riposo. Noi siamo poliziotti sempre, al bar con gli amici, con i vicini di casa, anche in ambito familiare. È più facile scoprire gente in difficoltà che ha bisogno di aiuto in questi ambiti che negli uffici denunce sparsi per il territorio nazionale. Insieme tra la gente non è e non può essere solo un motto. Deve essere uno stile di vita che sempre ci accompagna, come il medico che, appena tornato a casa dal lavoro, viene contattato dall’amico bisognoso non risponderà mai «sono stanco, ho appena finito di lavorare». Così dobbiamo essere pronti noi. Dobbiamo saper offrire sempre quel senso di sicurezza di cui i cittadini sentono bisogno. Anche le piccole cose aiutano a farci apprezzare dalla popolazione. Fornire l’informazione ad un passante, dimostrarsi sempre attenti quando si è di servizio, ci fanno apprezzare almeno quanto siamo apprezzati per la cattura dei criminali”.

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank