I Lyons respingono Mogliano e ottengono la prima vittoria stagionale

lyons

Quattro punti ottenuti con cuore e coraggio, quattro punti fondamentali per smuovere la classifica: la Sitav Rugby Lyons vince la sua prima partita in campionato contro il Mogliano Rugby 1969 e lo fa lottando e difendendo il vantaggio fino alla fine. In doppia inferiorità numerica nel finale e ben oltre il limite degli 80 minuti i Leoni hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo per portare a casa la loro prima gioia, ampiamente meritata per quanto visto in campo non solo in questa partita appassionante.

La cronaca del match dei Lyons

La partita inizia con due falli dei bianconeri che permettono al Mogliano di risalire il campo, ma la difesa dei Lyons sbroglia la situazione forzando il turnover. Il primo vero pericolo lo porta Mogliano all’11’, che sfrutta un pallone perso malamente da Alessandro Via: Tuilagi arriva a pochi centimetri dalla linea di meta, e i veneti si accontentano dei tre punti con Ormson preciso dalla piazzola. Entrambe le squadre imprecise in questa fase, con qualche pallone caduto in avanti di troppo: da un fallo in mischia arriva l’opportunità di aggiungere punti al tabellino per Mogliano, con Ormson che da oltre 40 metri non sbaglia per la seconda volta.

I Lyons continuano ad essere imprecisi, e Mogliano appoggiandosi al suo pack prova a fare la voce grossa, ma i bianconeri in questi casi sanno a chi rivolgersi: è Joaquin Paz a portare in attacco i suoi con una grandissima azione personale, che i Leoni provano a sfruttare fino in fondo: l’azione dei padroni di casa sortisce effetto e portano a casa un cartellino giallo al secondo centro avversario Scagnolari e 3 punti con il piede di Guillomot dalla piazzola sul conseguente calcio di punizione. La formazione veneta però non perde la calma, e tenendo il gioco in mano guadagna un altro calcio piazzabile per il proprio numero 10, ma stavolta Ormson grazia i Lyons. Scampato il pericolo i bianconeri si riversano in attacco forzando i ritmi, con la maul che guadagna un calcio di punizione il secondo cartellino giallo per il tallonatore del Mogliano Ferraro. Insistono ancora i Lyons e arriva la prima marcatura pesante del match con Nourou Bance, bravo ad allungarsi su una ripartenza da una ruck: si va al riposo sul 10-6 per i padroni di casa.

Secondo tempo

La ripresa inizio con i Lyons ancora con l’abbrivio giusto: le fiammate di Conti e Fontana riportano in attacco i bianconeri, e i veneti si dimostrano ancora indisciplinati, costretti a fermare con un fallo l’azione Lyons: Guillomot è ancora una volta preciso dalla piazzola e porta a +7 i suoi. In superiorità numerica i padroni di casa provano a schiacciare il piede sull’acceleratore, ma Mogliano riesce a respingere Bance e Acosta al 49’. Ristabilita la parità numerica Mogliano cerca di ritrovare organizzazione e avanzamento, portandosi progressivamente in attacco, ma la difesa Lyons tiene botta e respinge un paio di assalti grazie alla propria mischia, e così i veneti si accontentano di un piazzato da 40 metri per Ormson che porta i suoi sul 13-9.

La resistenza finale

Oggi però i Lyons sono sulle frequenze giuste, e non danno segni di cedimento: si riportano in attacco e Guillomot ha l’occasione per riallungare dalla piazzola, ma stavolta non centra i pali. Sul ribaltamento di fronte è Mogliano a provare l’offensiva, ma la difesa bianconera respinge l’assalto con due rubate in touche, e riporta l’azione nella metà campo avversaria. Guillomot è ancora impreciso dalla piazzola e la partita resta in bilico. C’è ancora tempo per l’arrembaggio finale dei veneti, che macinano un cartellino giallo a Pedrazzani e provano a conquistare la vittoria con i propri avanti, i Lyons si difendono strenuamente per oltre 5’, concedendo diversi calci di punizione, che costano anche un altro cartellino giallo a Capone. Ma la resistenza dei Lyons è encomiabile: la mischia di Mogliano non sfonda, i bianconeri placcano ogni iniziativa, fino al pallone che non esce dal raggruppamento dei veneti che vale il fischio finale dell’arbitro Schipani: è trionfo Lyons al Beltrametti, può partire la festa bianconera.

Il prossimo impegno dei bianconeri

Dopo questi momenti di euforia gli uomini di Gonzalo Garcia e Davide Baracchi ripartiranno dalla Coppa Italia, con la sfida casalinga al Viadana di sabato prossimo, con la formazione lombarda favorita per il passaggio del turno, che sarebbe automatico con la conquista di un solo punto di bonus. Troppo difficili invece le combinazioni per una storica qualificazione dei Lyons, che però potranno sfruttare questo test come un’ulteriore palestra per misurare le proprie ambizioni in vista del proseguo del Peroni TOP12, a cui va dato appuntamento a fine mesa con la trasferta di Reggio Emilia. Per tutte queste cose c’è ancora molto tempo e allenamenti, ora spazio alla gioia per questa prima, importantissima vittoria.

Tabellino

Peroni TOP12, IV Giornata
Sitav Rugby Lyons v Mogliano Rugby 1969 13-9 (10-6)
Marcatorip.t.  12’ cp Ormson (0-3), 20’ cp Ormson (0-6), 31’ cp Guillomot (3-6), 41’ mt Bance trasf. Guillomot (10-6)

s.t. 43’ cp Guillomot (13-6), 61’ cp Ormson (13-9)

Sitav Rugby Lyons: Via G.; Via A, Paz, Conti, Capone; Guillomot (vcap), Fontana; Parlatore (52’ Cemicetti), Bance, Petillo; Masselli (cap), Grassotti (63’ Pedrazzani); Salerno (52’ Greco), Rollero (71’ Cocchiaro) , Acosta (71’ Cafaro)

All. Baracchi

Mogliano Rugby: Guarducci (vcap); Dal Zilio, Scagnolari, Zanatta (75’ Marin), Pavan; Ormson, Crosato; Tuilagi, Corazzi (46’ Cincotto), Finotto; Baldino (52’ Delorenzi), Caila; Alongi (46’ Michelini), Ferraro (50’ Corazzi), Buonfiglio (62’ Michielotto)
All. Costanzo

Arb.: Schipani (Benevento)
AA1 Vedovelli (Sondrio) AA2 Franco (Pordenone)

4° uomo: Pretoriani (Milano)
Cartellini: 30’ giallo Scagnolari, 39’ giallo Ferraro, 76’ giallo Pedrazzani, 82’ giallo Capone
Calciatori: Guillomot 3/5, Ormson 3/4

Note: Giornata tiepida e soleggiata, campo in perfette condizioni, spettatori circa 500
Punti conquistati in classifica: Sitav Rugby Lyons 4 , Mogliano Rugby 1969 1

Man of the Match: Luca Petillo (Sitav Rugby Lyons)