Il tempo al Collegio Alberoni, l’1 gennaio 2023 una visita guidata speciale, una mostra e un concerto per la pace

Il tempo al Collegio Alberoni, l’1 gennaio 2023 una visita guidata speciale, una mostra e un concerto per la pace

Il tempo al Collegio Alberoni, l’1 gennaio 2023 una visita guidata speciale, una mostra e un concerto per la pace.

blank

Domenica 1° gennaio 2023 andrà in scena alla Galleria Alberoni, un pomeriggio dedicato al tema del tempo e della pace, che prevede, alle ore 16, una visita guidata speciale intitolata Segno soltanto le ore serene e a seguire un concerto intitolato Il tempo della pace. 

Dalle ore 15.30 alle ore 18 sarà inoltre visibile la mostra costruttori di pace con i ritratti di dieci Premi Nobel per la Pace e due pontefici, realizzati da Franco Scepi, rivelati al pubblico per la prima volta in assoluto.

La vista guidata dedicata al tempo

blank

La visita guidata presenta un percorso speciale che racconterà il tempo nell’antica istituzione di San Lazzaro attraverso la collezione di antichi strumenti di misurazione (pendole, ingranaggi di orologi, meridiane, gli antichi disegni di gnomonica degli alunni alberoniani, le tavole dedicate all’orologeria dell’Encyclopédie di Diderot e D’Alambert) e i ritratti delle personalità che hanno segnato in modo significativo e indimenticabile il tempo della plurisecolare storia del Collegio fondato dal Cardinale Giulio Alberoni. (Vedi il paragrafo dedicato)

La partecipazione alla visita è con ingresso ridotto di €. 6,00 senza prenotazione fino a esaurimento dei posti disponibili

Il concerto per la pace

Alle ore 18 nella Sala degli Arazzi andrà in scena Il tempo della pace, concerto di musiche di pace dal XVII secolo a oggi, a cura dell’Accademia della Musica di Piacenza, con la partecipazione del Piccolo Museo della Poesia che effettuerà letture poetiche dedicate alla pace, in dialogo con le musiche eseguite. 

blank

In programma l’esecuzione di componimenti musicali di Franz Schubert, Frédéric Chopin, Wolfgang Amadeus Mozart, Ludwig van Beethoven fino a brani di autori moderni come Yan Frenkel e John Lennon e contemporanei come Ludovico Einaudi.

Il concerto è costituto da tre tempi:

  • Venti di guerra (con la lettura di testi poetici ironici e sarcastici); 
  • Con gli occhi dei protagonisti che presenterà anche la testimonianza di chi la guerra la subisce e desidera la pace, tra i quali padre Giuseppe Morosini, fucilato dai nazifascisti e martire della Resistenza, e altre personalità
  • La speranza, la gioia, la vita non muoiono, con musiche e testi ispirati alla pace

Al concerto sarà presente anche l’artista Franco Scepi, protagonista della mostra costruttori di pace in corso alla Galleria Alberoni, che racconterà brevemente al pubblico come sono nati i ritratti dei Premi Nobel per la Pace e dei due Pontefici da lui eseguiti e la genesi della celebre immagine dell’Uomo della Pace.

L’ingresso al concerto è libero e gratuito

La mostra Costruttori di pace

Dieci Premi Nobel per la Pace e due Pontefici nei ritratti di Franco Scepi, rivelati per la prima volta al pubblico

Ingresso €. 3,00

Domenica 1° gennaio 2023 (e ogni domenica fino al 5 febbraio 2023) sarà visitabile, dalle ore 15.30 alle ore 18, la mostra costruttori di pace, promossa da Opera Pia Alberoni in collaborazione conl’Associazione Gorbachev e il Segretariato Permanente dei Premi Nobel per la Pace, che presenta le dodici tele dell’artista Franco Scepi, esposte al pubblico in prima assoluta, con dodici costruttori di pace la cui biografia, il cui impegno e sacrificio per la costruzione della pace nel mondo, si fanno segno di speranza per ciascun uomo.

Esposti in mostra anche la tela originaria con L’uomo della Pace, realizzata, a olio su tela, nel 1977, da Franco Scepi, dopo l’incontro con Carol Wojtyla (si tratta della prima raffigurazione dipinta dall’artista di un’immagine divenuta ben presto molto popolare), le più recenti raffigurazioni dell’Uomo della pace (quattro serigrafie dipinte a mano realizzate dall’artista quest’anno) e la scultura in acciaio corten, progetto dell’opera/monumento, di 3 metri di altezza, installata nel giardino della Abbazia di San Colombanoa Bobbio

Una mostra proposta pertanto non solo agli appassionati di arte contemporanea, ma anche a tutti cittadini, con la quale gli Enti promotori vogliono contribuire alla riflessione sul delicato tema della convivenza pacifica nel mondo.

Un evento culturale nella ricorrenza della Giornata Mondiale della Pace

Il primo giorno di ogni nuovo anno ricorre la Giornata Mondiale della Pace, istituita dalla Chiesa cattolica, nell’ambito della quale il Pontefice invia un messaggio di pace a tutti gli uomini e ai capi delle nazioni.

La Galleria Alberoni partecipa alla 56° Giornata mondiale della Pace con un concerto di musiche di pace e con la mostra costruttori di pace.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank