In 1200 per il Church Event, commozione e grinta per ricordare il Pirata – FOTO e VIDEO

Bisogna essere onesti, io non ho mai seguito molto il ciclismo. Men che meno praticato. Marco Pantani lo considero un grande sportivo e un personaggio che ha reso orgogliosi gli italiani, pur avendo seguito, lo ammetto, ben poche gare. Ma questa mattina, alla ex chiesa di Sant’Agostino, era impossibile non emozionarsi. Oltre 1200 appassionati di Group Cycling schierati in una cornice magica. Intorno alle 11, pian piano, il volume della musica si alza. I partecipanti, guidati da Ivan Migliorini, iniziano a pedalare. Sullo sfondo scorrono le immagini del Pirata. Migliorini, gregario di Pantani, si commuove. Non solo lui. Sono tanti gli occhi lucidi di chi continua a pedalare asciugandosi le lacrime dovute all’emozione. Poi il ritmo si fa più incalzante e via, si parte.

Il Group Cycling mescola la passione per il ciclismo al piacere per l’attività fisica più impegnativa. Significa superare i propri limiti, conoscere il proprio fisico. Il tutto con il supporto, quello sempre fondamentale, della musica.

Un gran bel tributo a un personaggio leggendario. Un gran bell’evento questo Church Event organizzato da Palestra Le Club e Group Cycling, nelle persone di Davide Poggi e Antonio Garofalo. Anzi, un evento unico seguito in diretta da Radio Sound

Sul palco i Master di questa disciplina danno il ritmo e le motivazioni necessarie. In bella vista la mitica bicicletta Bianchi con cui Marco Pantani ha fatto sognare gli italiani. Già perché questa giornata è dedicata proprio a lui.

“Un’emozione profonda perché era una persona che andava oltre il ciclismo. Trascinava le folle e faceva amare questo sport anche a coloro che nemmeno sapevano andare in bicicletta. In tutta Italia sono tante le manifestazioni organizzate ogni anno per ricordare la figura di Marco. Le più significative sono quelle ideate dalle persone che nulla hanno a che fare con il ciclismo. Persone che si occupano di solidarietà, infanzia e quant’altro: in questo modo si omaggia non tanto l’atleta, quanto la persona”. Questo il commento di Ivan Migliorini.

Parlando di ciclismo non poteva mancare la campionessa Giorgia Bronzini, sempre vicina a Piacenza quando la città la chiama: “L’anno scorso non sono riuscita a essere presente, quest’anno ho modificato la mia agenda pur di partecipare. Perché questo è un evento unico sotto tutti i punti di vista”.

Una giornata in nome della solidarietà, dunque. I proventi infatti andranno agli Operatori del Sorrisi, simpatici clown che da anni portano il buonumore tra i piccoli pazienti del reparto di Pediatria dell’ospedale di Piacenza. “Dobbiamo essere orgogliosi di questo evento unico perchè ha collaborato tutta la città. Una vera festa, tra sport e musica” commenta il sempre energico Giuseppe Colla, referente degli Operatori del Sorriso.


Finito l’evento i partecipanti andranno alla scoperta di Piacenza. Il Comune, infatti, ha organizzato una visita gratuita in alcuni musei della città. Alle 19,30, invece, si tornerà alla chiesa di Sant’Agostino per un aperitivo. Aperitivo accompagnato dalla musica di Ambra Lo Faro. Alle 20 cena e alle 22 spazio al cabaret con Maurizio Bronzini. Al termine dello spettacolo si balla con i dj Gianburrasca e Giorgio Zucca.

La carica dei mille per Church Event in ricordo di Pantani