Tarasconi si scusa con Fratelli d’Italia: “Trattamento ingeneroso”. In consiglio comunale torna il sereno e il dibattito sul bilancio accelera – AUDIO

blank
Piacenza 24 WhatsApp

Dal sindaco Katia Tarasconi arrivano le scuse a Fratelli d’Italia dopo lo scontro delle settimane scorse. E dopo le scuse, accettate, il dibattito in consiglio comunale in merito al bilancio 2023-2025 si sblocca. Tutto era iniziato lo scorso 28 febbraio quando i tre consiglieri di FdI, Nicola Domeneghetti, Sara Soresi e Gloria Zanardi, si erano presentati in aula con una t-shirt rappresentante Pinocchio, con riferimento a presunte “bugie” pronunciate dal sindaco in tema di aumento dell’IRPEF. Seduta che si era conclusa con uno striscione con la scritta “vergogna” esposto sempre da FdI.

In occasione della seduta dell’11 marzo la giunta aveva scelto di non rivolgere la parola a FdI, senza rispondere ai tre consiglieri. Non solo. Centrodestra e Alternativa per Piacenza, infatti, avevano presentato 490 emendamenti al bilancio di previsione e la giunta ne aveva promossi “solo” 186: troppo pochi a detta delle opposizioni. Morale della favola, si era venuta a creare una situazione di forte conflitto: le opposizioni, infatti, da quel momento avevano iniziato un polemico atteggiamento di ostruzionismo che ha rallentato il dibattito in merito agli emendamenti presentati dalle minoranze. Un segnale di distensione era arrivato in occasione dell’ultima seduta, con la giunta che aveva recuperato 50 emendamenti inizialmente scartati. Clima più disteso, certo, un po’ meno tra le fila di Fratelli d’Italia. Le scuse con cui il primo cittadino ha iniziato l’assemblea di oggi, però, pare abbiano finalmente dissipato definitivamente tutte le tensioni e tutti gli ostruzionismi.

“Riconosco che il trattamento riservato ai consiglieri di Fratelli d’Italia è stato ingeneroso e limitante. Mi scuso: se sbaglio non ho alcun problema a chiedere scusa. Auspico al più presto possano essere affrontati i contenuti da loro proposti, all’insegna di quella condivisione di intenti che oggi deve vederci tutti uniti nel far ripartire l’attività del comune di Piacenza che attualmente è paralizzata per la mancanza dell’approvazione del bilancio e mi auguro, grazie alla responsabilità e all’apertura di dialogo di tutti gli schieramenti politici, che possa concludersi al più presto”. Queste le parole di Katia Tarasconi.

Alle parole del sindaco ha risposto Sara Soresi: “Ringraziamo il sindaco, andiamo avanti con responsabilità”.

Alla fine la discussione si è svolta effettivamente nel migliore dei modi: il consiglio comunale si è sciolto alle 24 con 44 emendamenti discussi. Prossima seduta mercoledì, giorno in cui è in programma un’altra seduta fiume.

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank