Intossicazione all’asilo di Castelvetro, cambia la gestione della mensa

Il comune di Castelvetro rescinde il contratto con la società di ristorazione Camst Scarl, che si occupa della mensa all’asilo Nido del Po. La decisione è dovuta a quanto accaduto il 26 marzo scorso quando alcuni bimbi della struttura accusarono nausea e malessere dopo aver pranzato.

In quel frangente i soccorsi del 118 avevano condotto otto bambini ai pronto soccorso di Piacenza e Cremona, nessuno in condizioni gravi. Altri furono condotti in ospedale dai genitori.

Non è mai stato possibile accertare la correlazione tra intossicazione e alimenti dal momento che la Camst non aveva conservato adeguatamente i campioni del pasto servito quel giorno. Anche per questo il sindaco Luca Quintavalla ha voluto interrompere il rapporto di lavoro con l’azienda; “Dobbiamo ripristinare la piena fiducia e mantenere l’immagine di eccellenza da sempre riconosciuta al nostro polo d’infanzia”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank