La casa di riposo Maruffi è salva, sarà rilevata dalla società Edos del gruppo La Villa. Cgil: “Primo passo, ma sospendiamo il giudizio” – AUDIO

Piacenza 24 WhatsApp

Dopo mesi di timori è arrivato l’annuncio che permette di tirare un sospiro di sollievo: la casa di riposo Maruffi è salva. Questo pomeriggio in commissione, infatti, il presidente della Fondazione Maruffi, Angelo Manfredini, ha dato l’annuncio dell’avvenuto accordo con la società Edos, del gruppo fiorentino La Villa. Edos dunque subentrerà all’attuale gestore, la cooperativa sociale Proges, dal prossimo 3 aprile.

“Il Gruppo La Villa opera dal 1996 nell’ambito socio-sanitario con l’obiettivo di fornire servizi socio-sanitari di accoglienza residenziale e diurna ad anziani e categorie fragili, integrandosi nella rete di servizi presenti sul territorio mediante apposite convenzioni e accordi con le Amministrazioni competenti in ottemperanza alle normative vigenti”. Così si legge sul sito web ufficiale del gruppo.

Soddisfazione della giunta comunale, nella persona dell’assessore ai Servizi Sociali, Nicoletta Corvi

““La nostra priorità, come Comune di Piacenza, è sempre stata quella di fare il possibile per tutelare i settanta ospiti della Casa per anziani Maruffi di via Roma e la cinquantina di operatori che lavorano in quella struttura, riconosciuta come punto di riferimento per l’intera comunità piacentina. La nostra disponibilità, con l’impegno congiunto di tutti i Servizi sociali, degli uffici e dell’intera Giunta comunale, è stata massima in questi mesi complicati e di grande incertezza”.

“Ed è per questo che accogliamo con grande soddisfazione il risultato raggiunto ovvero l’accordo tra Fondazione Maruffi e il gruppo fiorentino La Villa, realtà solidamente attiva nel settore socio-sanitario da quasi trent’anni e con all’attivo 49 strutture in tutto il Paese. L’accordo, che andrà alla firma domani, prevede il subentro della società Edos, controllata dal Gruppo La Villa, nella gestione della Casa per anziani ad oggi in mano alla Cooperativa Sociale Proges; ed è previsto inoltre un percorso di riqualificazione della struttura. Il tutto, ed è uno degli aspetti che più ci stavano a cuore, garantendo la continuità del servizio di cui tanti piacentini e relative famiglie usufruiscono da anni e al quale da anni si dedicano con passione e dedizione tanti operatori specializzati”.

“Nel rinnovare la soddisfazione per il raggiungimento di un accordo che fa tirare un sospiro di sollievo a tutta la nostra comunità, confidiamo nell’impegno e nella professionalità di chi prenderà in mano il futuro del Maruffi, da sempre simbolo di cura e attenzione per i nostri anziani”.

Alberi Gorra, Funzione Pubblica Cgil Piacenza

Prima di tirare sospiri di sollievo, sospendiamo il giudizio attendendo la sostanza degli esiti in particolare per ospiti e lavoratori. L’asse si sposta verso il privato e su una logica di profitto. Auspichiamo che non peggiorino le condizioni dei lavoratori, anche nel lungo periodo. Il sollievo che leggiamo vogliamo averlo negli anni a venire, nell’interesse della città intera.

Iscriviti per rimanere sintonizzato!

Radio Sound
blank blank