“Leonardo e Bobbio”, leggende, mistero e influenze all’ombra del grande genio. Il 21 aprile partono le visite guidate

Nel giorno di Pasqua, Cooltour s.c. in collaborazione col Museo Kronos, inaugura la serie di visite guidate tra Piacenza e provincia e Cremona “L’ombra di Leonardo”. In particolare realizzate in occasione dei festeggiamenti per il 500° anniversario della morte di Leonardo da Vinci (2 Maggio 1519). Si parte con “Leonardo e Bobbio”: leggende, mistero e influenze all’ombra del grande genio.

Visita del Museo dell’abbazia

Il percorso partirà con la visita del Museo dell’abbazia che conserva il prezioso polittico, realizzato da Bernardino Luini. La commissione è quella del vescovo di Bobbio Battista Bagarotto. Prelato dal gusto raffinato e “leonardesco”, legato alla città di Milano, dove ha avuto modo di conoscere due artisti di scuola leonardesca quali Marco d’Oggiono e Agostino da Lodi.

La basilica di San Colombano, sarà poi un’altra tappa obbligata per ammirare sopra l’altare del transetto nord. La splendida tela opera di Bernardino Lanzani con la Madonna in trono tra San Benedetto e Caterina, che risente dello stile luinesco.

Nel duomo di Bobbio, giunti davanti alla cappella del Santissimo Sacramento, si resterà di stucco nel venire a conoscenza di un possibile legame tra l’Ultima cena. In particolare qui affrescata da un anonimo pittore nel 1756, e quella dipinta nel famoso cenacolo viniciano. Il mito di Leonardo sembra sfidare i secoli in questo affresco, seguendo la leggenda del best seller di Dan Brown.

La visita proseguirà nella vicina cappella di San Giovanni Battista con la sua splendida Annunciazione, di un artista anonimo ma certamente di formazione lombarda che si mostra aggiornato alle ricerche antiquarie del Bramante, nel periodo circoscritto e compreso tra il 1490 e il 1510, in cui operò il grande maestro da Vinci.

La conclusione del tour sarà misteriosa e avvolta nel mistero: la Gioconda di Leonardo, uno tra i quadri più famosi di tutti i tempi potrebbe ritrarre Bobbio.  Ad affermarlo è la studiosa Carla Glori, che avrebbe individuato da un punto preciso del Castello Malaspina dal Verme, il paese di Bobbio con il ponte del Diavolo e in Monnalisa la sfortunata primogenita figlia di Ludovico il Moro e Bianca Giovanna Sforza. 

La quota di adesione è di 7 €; la prenotazione è obbligatoria ed è possibile contattando il numero 331 4606435 oppure scrivendo all’indirizzo cattedralepiacenza@gmail.com.

La partenza sarà presso lo IAT, ufficio informazioni turistiche, piazza San Francesco, a Bobbio alle ore 16.

Possibilità di biglietto cumulativo per 4 eventi a 28 euro.