L’esempio di Progetto Vita, è approdata alla camera la proposta di legge per la liberalizzazione dei defibrillatori

L'impegno di Progetto Vita Defibrillatori

L’esempio di Progetto Vita, è approdata alla camera il 22 luglio la proposta di legge per la liberalizzazione dei defibrillatori. La Presidente dell’eccellenza piacentina Daniela Aschieri ha contribuito ampiamente alla stesura del testo. “Ogni giorno, in Europa, 1000 persone al giorno muoiono per arresto cardiaco, 400mila in un anno, di cui 60mila in Italia. E’ il killer numero uno nel modo occidentale; uccide una persona ogni 8 minuti. Ma la sopravvivenza triplica se a intervenire, il prima possibile, sono i ‘laici’, ovvero personale non sanitario in attesa dell’arrivo dell’ambulanza”.

L’esempio di Progetto Vita, è approdata alla camera la proposta di legge per la liberalizzazione dei defibrillatori. Le proposte di legge

All’esame ci sono otto proposte di legge per un intervento precoce contro le conseguenze dell’arresto cardiaco. Aschieri e Ridella, hanno illustrato i risultati di Piacenza dopo 21 anni di Progetto Vita, hanno chiesto ai parlamentari di semplificare al massimo il sistema e di intervenire con una legge “per permettere a tutti coloro che vengono a contatto con un soggetto che sia o sembri in arresto cardiaco di poter utilizzare un defibrillatore collocato nelle vicinanze, anche se costoro non hanno ricevuto una formazione specifica”.

Per approfondire il tema: pagina Facebook di Progetto Vita.