Piacenza Solidale, oltre cento tonnellate di generi alimentari per le famiglie bisognose: “Il messaggio ancora più importante dei numeri” – AUDIO

blank
Piacenza 24 WhatsApp

Oltre 100 tonnellate di generi alimentari raccolti per le famiglie bisognose. E’ lo straordinario risultato raggiunto dalla rete Piacenza Solidale che vede unire le forze Caritas Diocesana, Fondazione di Piacenza e Vigevano, Rotary, Unione Commercianti, Comune di Piacenza, Provincia di Piacenza, Enia e Ausl.

Gli organizzatori della raccolta hanno suddiviso i generi alimentari in cinque gruppi. Dalla carne al pesce, dal latte al pane e alla pasta, dal burro alla frutta, dalle verdure ai legumi. Precisamente la rete, nel 2022, ha raccolto 101.508 chili. Piacenza Solidale nasce nel 2012: allora raccolse poco più di 26 mila chili. In una progressiva escalation, ecco il risultato record ottenuto lo scorso anno.

Questa rete lancia un messaggio importante: prendersi in carico le persone. Certo, i numeri sono significativi, ma più che la quantità è la qualità dell’iniziativa. Quindi è un bilancio molto positivo soprattutto per l’idea che sta alla base, aiutare le persone in cammino”, commenta il vescovo monsignor Adriano Cevolotto.

PIACENZA SOLIDALE

L’obiettivo di Piacenza Solidale è trasformare lo spreco in risorsa favorendo le persone indigenti.

Ci si è posti il problema di come recuperare i prodotti della media e grande distribuzione che presentano piccoli difetti di imballaggio, oppure sono prossimi alla scadenza, nel rigoroso rispetto delle leggi di mercato e della normativa sanitaria vigente. Si tratta di prodotti alimentari che hanno perso il valore commerciale e che sono considerati a tutti gli effetti e da tutti i punti di vista un rifiuto. Pertanto normalmente seguono appunto l’itinerario dei rifiuti urbani (trasporto – conferimento – smaltimento finale) con i costi conseguenti.

Nel giugno del 2008 è stato sottoscritto il Protocollo d’intesa ”Piacenza Solidale” tra Rotary di Piacenza, il Comune e la Provincia di Piacenza, l’Ausl di piacenza, Enia s.p.a., il Sol.co., l’Unione Commercianti di Piacenza e i soggetti conferenti le derrate alimentari per la raccolta degli alimenti privi di valore commerciale (ma ancora perfettamente salubri) e per l’immediato conferimento alla rete della solidarietà: i circuiti assistenziali della Caritas Diocesana e dell’Associazione la Ricerca.

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank