Farnesiana, poliziotti accerchiati e aggrediti durante un arresto

Aggressioni a sfondo razzialePolizia

Bloccano un uomo che aveva appena ferito una barista, poliziotti accerchiati e aggediti dagli amici dell’autore del gesto. I fatti sono accaduti ieri sera, 10 giugno, al quartiere Farnesiana.

Tutto è iniziato all’interno di un bar di via Marinai d’Italia. Un uomo di origine nordafricana ha iniziato a litigare con la titolare cinese del locale. Al culmine della lite, lo straniero ha aggredito la donna, pare con una bottiglia di vetro, ferendola a una mano. Dopo il gesto, l’aggressore si è allontanato e la barista ha chiamato la polizia. Giunti sul posto, gli agenti hanno chiesto di raccontare quanto accaduto alla vittima del ferimento. Quest’ultima, conoscendo l’aggressore, ha indicato ai poliziotti la sua abitazione, poco distante; in effetti la pattuglia ha trovato il nordafricano nel giardinetto davanti alla porta d’ingresso. A quel punto lo hanno bloccato per arrestarlo.

L’uomo ha iniziato a opporre resistenza, contorcendosi e sferrando calci e pugni. Non solo. In pochi istanti gli operatori si sono ritrovati circondati da decine di persone, forse amici dell’arrestato. Questi hanno iniziato a insultare la polizia, sferrando calci alla volante e cercando di colpire anche gli stessi agenti. Alla fine gli stessi agenti sono riusciti a caricare in auto il nordafricano che ha iniziato a sferrare testate al finestrino.

Nella colluttazione un poliziottio è rimasto ferito ed è stato condotto al pronto soccorso insieme alla titolare del bar. Nessuno dei due si trova in gravi condizioni. Indagini sono ora in corso.

Il sindaco Barbieri e l’assessore Zandonella: “Episodio intollerabile”

“Un atto di violenza e intimidazione intollerabile, di fronte al quale vogliamo ribadire la massima solidarietà nei confronti della donna vittima di aggressione e degli agenti di Polizia che, intervenuti sul posto per soccorrerla e assicurare alla giustizia il responsabile, sono stati oggetto di un attacco inqualificabile da parte dei presenti”. Il sindaco Patrizia Barbieri e l’assessore alla Sicurezza Luca Zandonella, nel commentare il grave episodio verificatosi nella serata di lunedì 10 giugno in via Marinai d’Italia, in cui un poliziotto è rimasto ferito, condannano duramente “l’evidente mancanza di ogni fondamento di legalità e del senso del rispetto nei confronti delle Forze dell’ordine, cui va la nostra profonda riconoscenza per aver dimostrato, una volta ancora, il coraggio e la responsabilità con cui svolgono il proprio lavoro, senza esitare nel mettere a rischio la propria incolumità”.

Manifestazione del sindacato Siap

“A fronte dell’ennesimo atto di violenza subito dai colleghi, così come avevamo preventivato, la prossima settimana il Siap effettuerà un volantinaggio in itinere in città. Volantinaggio che si concluderà davanti al tribunale di Piacenza per chiedere leggi più severe che mantengano i delinquenti in galera”.

“Senza nuovi leggi, con questa delinquenza sempre più agguerrita e poco rispettosa di chi indossa una divisa, combattiamo una guerra da soli abbandonati a noi stessi. Questi delinquenti violenti devono avere qualcosa da perdere come la libertà o il diritto di stare in Italia o in una determinata citta. deve essere sconveniente delinquere e aggredire le forze di polizia. Non se ne può più”.

Sandro Chiaravalloti Siap Piacenza

Lega: “Preoccupante segnale di inciviltà”

«Circondare e insultare la polizia per impedire un arresto e ferire un poliziotto è un fatto non solo gravissimo, ma un preoccupante segnale di inciviltà. Immagini del genere, purtroppo, siamo abituati a vederle in contesti degradati o dove è forte la presenza della criminalità organizzata. Non a Piacenza».

Lo sostengono i parlamentari della Lega, Elena Murelli e Pietro Pisani, i quali si complimentano con gli agenti per aver gestito quella difficile situazione e augurano una pronta guarigione al poliziotto rimasto contuso. Murelli e Pisani ritengono, inoltre, urgente l’approvazione del Decreto sicurezza bis, che contiene ulteriori norme per tutelare gli agenti.

«Le indagini della procura portino alla luce i responsabili – concludono i parlamentari del Carroccio – perché non è tollerabile che ci siano cittadini, italiani e stranieri, che abbiano un senso così infimo delle istituzioni e delle Forze dell’ordine. Se qualcuno pensa di vivere in un ghetto dove la legge è assente allora ha sbagliato città. A Piacenza non ci sono zone franche. Purtroppo, per il nordafricano arrestato che aveva appena aggredito una barista, si deve rilevare ancora una volta il fallimento dell’integrazione sbandierata a sinistra al grido di “accogliamoli tutti”».

Forza Italia: “Grazie alle forze dell’ordine”

Il Gruppo Consiliare di Forza Italia esprime costernazione sincera per i gravi episodi di violenza che si sono verificati nella serata del 10 giugno 2019 in via Marinai d’Italia . tali incresciosi avvenimenti hanno visto protagonista una Donna ferita mentre svolgeva il proprio lavoro e le pattuglie di polizia accorse in suo aiuto dopo l’immotivata aggressione .
Desideriamo ringraziare le Forze dell’Ordine che quotidianamente si trovano ad affrontare situazioni che mettono in grave pericolo la propria incolumità per mettere in sicurezza i cittadini .
Condanniamo fermamente i cori di scherno gli applausi ironici di cui sono stati oggetto i poliziotti durante la loro straordinaria operazione .
All’agente purtroppo ferito e a tutti i suoi colleghi va il nostro sentito Grazie nella speranza che questi brutti avvenimenti non accadano più .