Provincia: possibile aumento del capitale in Piacenza Expo e sicurezza sismica nelle scuole

blank

Il Consiglio Provinciale di Piacenza si è riunito questa mattina in via telematica.

Dopo le comunicazioni dei consiglieri – incentrate su vari argomenti, dalla viabilità al cambio della guardia al vertice della Conferenza Stato-regioni, fino alle tensioni locali sul fronte sindacale – si è passati alla votazione dei due punti all’ordine del giorno.

Con otto voti favorevoli (del presidente Barbieri e dei consiglieri Albertini, Bursi, Galvani, Gandolfi, Levoni, Stragliati e Zilli) e tre astensioni (dei consglieri Calza, Fiazza e Quintavalla) è passata la proposta di riduzione volontaria del capitale sociale per copertura perdite e di aumento del capitale sociale per Piacenza Expo Spa (che ha un capitale sociale pari ad euro 15.906.838,00), di cui la Provincia di Piacenza è socio detenendo il 5,4272% delle quote sociali.

Con il voto odierno, la Provincia ha approvato la riduzione volontaria del capitale sociale per copertura perdite inferiori  a  un  terzo  del  capitale  sociale  della  società  Piacenza  Expo  Spa  e conseguente adeguamento dell’articolo 5 dello Statuto; l’aumento del capitale sociale alla pari scindibile riservato ai soci della società Piacenza Expo Spa pari ad Euro 1.000.000,00; l’aumento del capitale sociale della società Piacenza Expo Spa fino ad euro 1.500.000,00 per una quota libera non vincolata riservata a terzi, senza sovrapprezzo.

L’approvazione dell’incremento di capitale non vincola l’Ente alla sua sottoscrizione.

All’unanimità sono stati invece approvati due interventi in materia di sicurezza degli edifici scolastici medi superiori.

Con il Decreto n. 62 del 10 marzo scorso, infatti, il Ministero dell’Istruzione ha definito le risorse spettanti a ciascun Ente locale, prevedendo per la Provincia di Piacenza la somma complessiva di € 5.796.950,91.

Tenendo conto del criterio di priorità rispetto alla sicurezza sismica, dello stato di avanzamento della progettazione e della necessità di individuare interventi di importo compatibile con le risorse assegnati, gli uffici della Provincia hanno segnalato un intervento per l’istituto di istruzione superiore “Guglielmo   Marconi” e uno per l’edificio ex Ipsia “Leonardo da Vinci” di Piacenza.

Nel primo caso si tratta di lavori di adeguamento antisismico per un importo complessivo pari a 3,5 milioni di euro: per tale intervento, inserito nell’annualità 2022 del Programma Triennale dei lavori pubblici 2021–2023, è in corso di ultimazione la procedura la gara con il metodo dell’offerta economicamente più vantaggiosa per l’affidamento della progettazione definitiva, finanziata con Decreto delle infrastrutture e dei Trasporti n. 12672 del 25/09/2020.

Per l’edificio ex Ipsia “Leonardo da Vinci” di Piacenza, che fa parte del medesimo plesso scolastico ed ospita studenti provenienti anche da altri istituti scolastici, l’importo stimato per la messa a norma sismica è compatibile con le risorse residue pari a 2.296.950.


La seduta odierna del Consiglio Provinciale si è svolta in via telematica, tramite la piattaforma Teams, ed è stata trasmessa in streaming dal canale YouTube della Provincia di Piacenza.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank