Punti di vista: “Un pari che fa classifica e poco altro. Giandonato interno non va bene”. L’analisi di Andrea Amorini dopo il pari di Salò – AUDIO

i punti di vista andrea amorini feralpisalò - piacenza calcio

I punti di vista tornano eccezionalmente al giovedì. Con il turno infrasettimanale posizionato nella giornata di mercoledì, Andrea Amorini, come d’altronde il Piacenza calcio, è costretto alla doppia fatica.

Il pari di Salò può essere letto in due varianti: la prima, più positiva, esalta la solidità difensiva e mostra come il Piacenza sappia reagire alle scoppole. La seconda, più cruda, sottolinea le difficoltà a produrre soluzioni offensive e soprattutto a segnare. Senza Paponi sono già due partite senza reti.

L’analisi dell’esperto di RadioSound

Un pari che fa classifica e poco altro. Franzini ritrova l’intensità di squadra ed il carattere, ma il gioco sembra decisamente smarrito. Il mister del Piacenza calcio prova a mischiare le carte e inserisce dal primo minuto Giandonato e Bolis in mezzo al campo, con Sestu pronto a fare tutta la fascia. Sylla fa coppia con Cacia.

L’inizio sembra interessante con il Piacenza che si mette stabilmente nella metà campo della Feralpi, senza mai tirare in porta. I lombardi capiscono che il “lupo biancorosso” non è così pericoloso quindi alzano il baricentro e guadagnano terreno ed occasioni. Fortunatamente trovano l’opposizione della super serata di Mattia Del Favero.

La ripresa è la più complicata; la Feralpi continua a spingere ed il Piacenza riesce solo a difendersi. I biancorossi riescono a strappare un risultato che sa di positivo solo perché una sconfitta avrebbe aperto una crisi importante.

La chiosa finale su Giandonato

Ho dei dubbi sulla scelta di schierare Giandonato nella posizione di interno. Se decidi di metterlo in campo non puoi che posizionarlo da playmaker davanti alla difesa, altrimenti è molto facile che vada incontro ad una prestazione non convincente. Marotta è uno dei pochi insostituibili, però la loro posizione poteva essere invertita. Con l’ex Giana a fare l’interno e il prodotto di scuola Juve davanti alla difesa potevamo avere qualcosa in più.

I punti di vista di Andrea Amorini in formato video