“Come faremo senza di te?”, il dolore delle famiglie dei quattro giovani. L’amore tra Elisa e Costantino, l’amicizia e la passione per la musica. Ipotesi funerali in Duomo

blank

Mi ricordo di lei la folta e sempre perfetta chioma nera, i suoi vestiti rosa, la sua risata rumorosa, la sua incessante parlantina, la sua perenne abbronzatura e il suo ineguagliabile carisma che l’ha sempre accompagnata fin da piccolina. Benché le nostre strade si fossero separate, quando ci incontravamo non mancava mai un bel sorriso e un po’ di chiacchiere. Ora Elisa non c’è più, lascia un vuoto enorme… ma ci ha lasciato sicuramente il ricordo di quel suo bellissimo sorriso”. E’ uno dei tanti messaggi di dolore affidati ai social, in questo caso a Elisa Bricchi, la ragazza di 20 anni residente a Calendasco. Elisa e Costantino Merli, 23 anni di Guardamiglio, rappresentavano una coppia felice, tanto che l’11 gennaio sarebbero dovuti partire per una vacanza. E invece, poche ore prima, hanno trovato la morte tra le acque del fiume Trebbia.

blank

Sei la mia vita! Come faremo senza di te? La vita è ingiusta”, scrive la madre di Elisa, Antonella Grandini, postando sul proprio profilo Facebook la foto della loro figlia insieme proprio a Costantino. I due ragazzi si erano conosciuti circa un anno fa sul posto di lavoro e stavano fantasticando sull’idea di sposarsi in un futuro non troppo lontano.

Elisa, Costantino e le altre due vittime, Domenico Di Canio, 22enne di Borgonovo, William Pagani, 23 anni e di Castel San Giovanni, avevano appena lasciato un locale nella zona ovest della città dove avevano festeggiato il compleanno di William. Lasciato il locale si erano diretti in riva al Trebbia, nei pressi di Calendasco. Inizialmente il luogo dell’incidente, appartato e isolato, aveva sollevato qualche punto di domanda sul perché fossero in quel punto. Ma i quattro amici avevano eletto quel punto come ritrovo, per ascoltare la loro amata musica e per scambiare quattro chiacchiere. La musica era la loro passione, la trap era il loro sogno. Sogno già ben avviato, a dire il vero, dal momento che, oltre a cantare, avevano una sorta di etichetta, la Wollas Production, con cui davano la possibilità a giovani artisti di mettersi in mostra, perfezionando i loro brani e creando video di elevatissima qualità. Lo stesso Costantino era un cantante, Milions il suo nome d’arte: i suoi brani contavano migliaia di visualizzazioni su Youtube.

blank

L’autopsia sui loro corpi dovrebbe essere eseguita nei prossimi giorni, solo in seguito saranno decise le date dei funerali. Molto probabile che i quattro amici siano salutati per l’ultima volta insieme, nel corso della stessa celebrazione. Celebrazione che, secondo alcune indiscrezioni, potrebbe tenersi proprio in Duomo a Piacenza.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank