Recupero per Piacenza che ritrova lo Junior Parma

Chiusa le regular season, il girone A di Serie B comincia la lunga sequela di recuperi retaggio di un mese di maggio intriso di pioggia. La Federazione ha già deciso di far slittare play-off e play-out che dovevano iniziare a settembre; e così, anche dopo la pausa agostana, le squadre dovranno fare i conti con ulteriori recuperi. Domenica va in scena l’integrale recupero della sesta giornata d’andata; perciò, a sole due settimane dal derby vinto a Parma (11-4 e 9-6), il Piacenza ritrova al De Benedetti lo Junior penultimo in classifica.

ducali stanno vivendo una profonda crisi che li ha portati a sprofondare in pieno rischio play-out. Due partite vinte nelle ultime dodici con all’attivo un solo doppio successo alla prima giornata; questi gli impietosi numeri che sembrano condannare i rossoblu ad un’amara post-season. Tuttavia per i parmensi le possibilità di ripresa non mancano, almeno sulla carta; a patto che sul campo riescano ad innescare una vera e propria inversione di tendenza; circostanza questa che, se dovesse concretizzarsi, potrebbe creare grattacapi ad un Piacenza che viceversa, in condizioni normali, non può non godere largamente dei favori dei pronostici.

La prudenza in questi casi non è mai troppa; in quanto è risaputo come certe situazioni di emergenza a fine stagione possano contribuire ad accrescere le motivazioni di avversarie che, prese invece per quelle che sono, non reggerebbero un confronto meraramente tecnico. I finali di stagione sono spesso forieri di inattese sorprese e quindi Piacenza dovrà tenere più che mai la testa sulle spalle.

In gara1 lo Junior propone buona parte del suo potenziale rappresentato dall’esperto lanciatore partente Corsaro. Sei delle otto vittorie della squadra portano la sua firma ed un 2.47 di media pgl costituisce un biglietto da visita di tutto rispetto. Anche nella sfida di quindici giorni fa ad affossare il suo score furono gli errori dei suoi compagni in difesa prima ancora che le valide biancorosse. E poi in gara2 Nieves sarà costretto a fare a meno di Franklin Castillo in quanto non ancora tesserato al tempo del rinvio di maggio.

Emergenze che la squadra piacentina dovrà affrontare compatta e sicura di sè perchè comunque in palio c’è una posta rappresentata dai play-off. Classifica alla mano, al Piacenza serviranno, quasi certamente, sei vittorie negli altrettanti recuperi che l’attendono ( oltre a quelle di domenica restano due match a Fossano e altri due in casa con Codogno) e partire col piede giusto nel derby ducale è a dir poco obbligatorio.

LE ALTRE PARTITE: delicati testa-coda in Avigliana-Milano e Crocetta-Fossano mentre la capolista Codogno cercherà di riprendersi dall’ultima inattesa doppia sconfitta chiedendo punti ad un Poviglio in netta crisi ma ormai al sicuro.

CLASSIFICA: Codogno 792 (24-19-5), Milano 625 (24-15-9), Piacenza 591 (22-13-9), Crocetta 583 (24-14-10), Poviglio 500 (22-11-11), Avigliana e Junior 320 (25-8-17), Fossano 292 (24-7-17).