Salvini: “Andremo in Europa per difendere gli interessi degli italiani”

“Vogliamo andare in Europa per difendere gli interessi italiani. Per il futuro dei nostri figli”. È’ stata un’accoglienza molto calorosa quella ricevuta da Matteo Salvini a Villa Braghieri, a Castelsangiovanni, dove ha chiuso la campagna elettorale per le Europee davanti a circa duemila persone.

“L’emergenza di questo Paese è il lavoro. Sono contento di ciò che abbiamo fatto con gli amici di 5 Stelle. Anche se ci hanno criticato, da lunedì tutti torneranno più educati”. Servono i “sì” in questa Italia “per i porti, le strade, le ferrovie”.

Nell’ultimo mese molto attacchi “ma noi rispondiamo con i fatti. 90% in meno di sbarchi e più soldi per assumere le forze dell’ordine.

“Da lunedì le cose cambieranno” ha continuato il ministro dell’Interno. Il leader della Lega ha spronato alla fiducia “perché volere è potere. Partecipare è coinvolgente. Dobbiamo cambiare un’Europa dove i cittadini non conoscono nemmeno i nomi dei commissari”.

Salvini ha ricordato la modifica della Fornero “che voglio arrivare a cancellare”. Oggi, ha sottolineato, “molti possono andare in pensione, lasciando il posto ai giovani”.

Non aumenterà l’IVA, “ma se mi date la forza abbasseremo ancora le tasse”. Nonostante siano stati rispettati vincoli di bilancio, il debito è cresciuto. “Con le tasse al 15% per le imprese sarebbe uno choc con una ripresa da Anni 60” ha scandito tra gli applausi dei sostenitori. “E se non paghi il 15% di tasse allo Stato, allora vai in galera e si butta via la chiave”.