Serie A2 – L’Assigeco Piacenza torna a sorridere: vittoria casalinga contro Agrigento

assigeco piacenza

Pregevole vittoria dell’Assigeco Piacenza che sconfigge la Fortitudo Agrigento con un’eccellente prestazione offensiva. Dopo le incertezze dell’ultimo periodo la squadra di coach Salieri aveva assoluto bisogno di un successo e la risposta sul campo non si è fatta attendere troppo: massimo stagionale eguagliato per Kameron McGusty, autore di 28 punti e capofila di un attacco bilanciato con ben cinque giocatori in doppia cifra.

blank

Degne di nota anche le doppie doppie di Sabatini (15 punti e 11 assist) e Skeens (10 punti e 12 rimbalzi), protagonisti in una serata in cui l’Assigeco guida il punteggio per tutti e quaranta i minuti di partita. Agli ospiti non è bastato il primo tempo da 17 punti di Costi e le buone performance di Ambrosin e Marfo: la formazione sicula lotta per buona parte del match fino all’allungo decisivo dei padroni di casa al termine del terzo quarto. I biancorossoblu tornano quindi a sorridere e cercheranno di proseguire la corsa playoffs nel posticipo di lunedì affrontando in trasferta la JuVi Cremona.

Assigeco Piacenza – Fortitudo Agrigento 102-82

Assigeco Piacenza: Sabatini 15, McGusty 28, Gajic 6, Skeens 10, Miaschi 19, Cesana 10, Querci 0, Pascolo 8, Varaschin 5, Gherardini 0, Franceschi 0, Soviero 0, Joksimovic NE. All.: Salieri

Fortitudo Agrigento: Francis 7, Marfo, Grande 11, Chiarastella 3, Abrosin 17, Negri 8, Costi 17, Peterson 4, Bellavia 2, Mayer NE All: Cagnardi

blank

Le parole di Salieri

“E stata una partita a tutto tondo, Agrigento è una squadra molto compatta con un nucleo di giocatori di qualità che gioca a memoria. Sono arrivati qui in un momento di forma importante, ma sapevamo che avremmo dovuto fare la partita. Dato di fatto importante sono i 21 assist, anche se ancora una volta abbiamo perso la lotta a rimbalzo, nostro tallone d’Achille. Abbiamo dato un imprinting alla partita nel terzo quarto, dove nella seconda metà del quarto abbiamo giocato ad altissimo livello. Il campionato è estremamente equilibrato, tutte le partite sono difficili e bisogna essere capaci di mantenere l’equilibrio. Se riusciamo a mettere in campo sempre la nostra identità credo che una squadra come la nostra sia destinata solo a crescere”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank