Tagli boschivi non autorizzati sul Monte Moria interviene l’Associazione ecologista GrlG con due istanze

Tagli non autorizzati
Piacenza 24 WhatsApp

Tagli boschivi non autorizzati sul Monte Moria Interviene l’Associazione ecologista GrlG che ha presentato il 4 e 15 settembre due istanze di accesso civico, si tratta di informazioni ambientali e adozione degli opportuni provvedimenti in relazione ad alcuni tagli boschivi fatti all’interno del Parco Provinciale.

Tagli boschivi non autorizzati, i fatti

I fatti sono avvenuti nelle località Bosco delle Fate, Chiesa e Poggiata, nel territorio comunale di Morfasso. A tal proposito la Regione Emilia – Romagna ha comunicato con una nota protocollata con il numero 022900 del 10 ottobre 2023, che i tagli boschivi, da dichiarazioni di taglio esaminate, risultano effettuati in aree contigue a boschi tutelati con vincolo paesaggistico anche ai sensi di specifici provvedimenti di individuazione, mentre il Comune di Morfasso ha confermato con una nota protocollata al numero 1014515 del 6 ottobre 2023 di non aver ricevuto alcuna richiesta di autorizzazione paesaggistica. Va sottolineato che la Regione Emilia – Romagna, “sentiti informalmente i tecnici dell’Unione Alta Val Nure, competenti per materia”, riporta che “sembra che per i tagli i Carabinieri forestali hanno trovato alcune irregolarità e sono sospesi i lavori”.

La risposta dell’Unione Montana Alta Val Nure

L’Unione Montana Alta Val Nure, competente in materia boschiva e di tutela idrogeologica, non ha ancora risposto alle istanze ecologiste, tuttavia sarebbe a conoscenza dell’intervento dei Carabinieri Forestale di sospensione dei cantieri di taglio in quanto irregolari. Il Parco provinciale del Monte Moria, consorzio misto pubblico-privato, dovrebbe consentire la tutela ambientale dell’importante zona dell’Appennino emiliano.

Tagli boschivi non autorizzati area vincolata

L’area è tutelata gran parte del Bosco delle Fate è sotto tutela con un vincolo paesaggistico frutto di uno specifico provvedimento di individuazione (D.M. 9 ottobre 1941), mentre è presente in zona anche il vincolo idrogeologico. Il GrIG auspica definitivi accertamenti e i conseguenti provvedimenti di legge qualora sianno confermati tagli boschivi non regolari.

Il comunicato

blank
Radio Sound
blank blank