Una scuola tecnologica e all’avanguardia, il liceo Gioia ospite di Report

Siamo dentro la quarta rivoluzione tecnologica, quella digitale. La materia prima fondamentale è la conoscenza, e a creare valore è il capitale umano. Con queste parole la redazione di Report lancia la prossima puntata della trasmissione, in onda lunedì alle 21,30 su Rai 3.

Le telecamere di Report sono approdate nelle scorse settimane al liceo Gioia. Una troupe condotta dal giornalista Michele Buono si è aggirata per aule e corridoi esplorando l’attività didattica in corso. Nell’occasione ha poi intervistato il Preside Mario Magnelli, alcuni insegnanti e studenti di diversi indirizzi per riflettere sulla scuola come ambiente formativo. Ambiente capace di coniugare tradizione e innovazione; luogo sempre più deputato a realizzare la perfetta unione tra competenza e creatività; come richiesto oggi da quasi tutti gli ambiti professionali.

In particolare, hanno attirato l’attenzione tutte quelle attività del liceo Gioia che promuovono conoscenze anche attraverso l’uso di strumentazione tecnologica e del mondo digitale. Conoscenze non fini a se stesse ma orientate al mondo del lavoro; tra queste, l’insegnamento capovolto della “flipped classroom”, l’indirizzo classico New media, il laboratorio per l’utilizzo della stampa 3D, la web radio. Ma anche l’insegnamento innovativo delle discipline lingua straniera, le varie attività di studio e ricerca nel reparto ospedaliero di ematologia. Infine l’orchestra inclusiva “Musicalia”, il progetto subacqueo e altro.

Non tutte le proposte messe in risalto dalla mattinata di riprese troveranno spazio nella puntata dedicata al tema. Ma per il liceo Gioia è stata una bella occasione di confronto con la realtà esterna, il significativo riconoscimento degli sforzi compiuti da tempo in questa direzione e un ulteriore stimolo a procedere sulla strada intrapresa, che vede nella tecnologia un fondamentale strumento della quotidiana pratica didattica.