Ultima finale del Concorso “Bettinardi 2020”, il 23 febbraio protagonisti i giovani talenti dell’Emilia-Romagna

Ultima finale del Concorso “Bettinardi 2020”
Radio Sound
Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza.

Ultima finale del Concorso “Bettinardi 2020”, il 23 febbraio protagonisti i giovani talenti dell’Emilia-Romagna.

A meno di una settimana dall’inizio ufficiale del Piacenza Jazz Fest, a cui è sempre stato abbinato, si chiude domenica 23 febbraio alle ore 18.00 con l’ultima finale anche questa 17esima edizione del Concorso Bettinardi, dedicata a scoprire gruppi jazz emiliano-romagnoli formati da giovani talentuosi.

La quarta e cronologicamente ultima sezione del concorso nazionale, è stata appositamente bandita da Piacenza Jazz Club insieme a Bologna In Musica. Il tutto grazie al sostegno della Legge Regionale 2/2018, detta “Legge Musica” per selezionare giovani formazioni di musicisti che propongano brani originali e siano (in percentuale maggiore) residenti in Emilia-Romagna. Intento del legislatore e più specificamente del concorso è dare sostegno ai nuovi autori, alla musica attuale e originale, a quella dal vivo. Inoltre dare spazio alla circuitazione locale di musicisti e gruppi, con un’attenzione rivolta alle generazioni più giovani.

Ultima finale del Concorso “Bettinardi 2020”

In palio il gruppo vincitore verrà coadiuvato nella realizzazione di un prodotto discografico, la sua promozione, sia tramite un videoclip, sia attraverso la programmazione di alcuni concerti, offrendo così la concreta possibilità di farsi conoscere e al contempo di mettersi in gioco.

I gruppi che si disputeranno l’ambito primo premio sono: il trio dei Past1, il quartetto dei Nuwa, il trio dei Pablo Died, un altro trio, quello di Enrico Cristofani e il quintetto dei Duke Juice. Verranno giudicati da una giuria composta da: Gianni Azzali, musicista, presidente del Piacenza Jazz Club e direttore artistico del Piacenza Jazz Fest, Angelo Bardini, vicepresidente del Piacenza Jazz Club e direttore artistico del Milestone, Francesco Bettini, patron del “Torrione di Ferrara” e direttore artistico di Bologna Jazz Festival, Federico Mutti, presidente di “Bologna in Musica” e Piero Odorici, saxofonista, compositore e direttore artistico del “Camera Jazz Club” di Bologna.

Informazioni

Per maggiori informazioni si consiglia di visitare il sito www.piacenzajazzclub.it e seguire le sue pagine social su facebook, twitter e instagram.