Unione Commercianti e il nuovo anno: “Previsioni ancora allarmanti ma inizio positivo coi saldi”. Obiettivo, essere vicini agli associati: “Incontri frequenti per raccogliere le loro istanze” – AUDIO

Calo dei Consumi, Raffaele Chiappa: "Aiuti seri e veloci altrimenti il 50% dei commercianti rischia la chiusura. Buona l'ipotesi di apertura serale a dicembre" - AUDIO
Piacenza 24 WhatsApp

Ancora un anno complicato, dal nostro centro studi risultano ancora dati abbastanza allarmanti. Il nostro settore, il Terziario, è stato il più colpito, prima dalla pandemia poi dalla guerra con il rialzo dei costi energetici. Speriamo nel periodo dei saldi: prevediamo rispetto allo scorso anno un aumento degli introiti di circa il 10% con una spesa pro-capite di circa 139 euro. Questo potrebbe avere un impatto di circa 15 milioni di euro, 30 milioni di euro se consideriamo l’intera provincia”. Così Raffaele Chiappa, presidente di Unione Commercianti Piacenza, commenta il periodo economico attuale e le prospettive per il nuovo anno. Nuovo anno all’insegna della prossimità con i propri associati, della vicinanza e della presenza fisica per portare loro supporto in questa fase così delicata.

Come Confcommercio continueremo il lavoro svolto negli scorsi anni cercando di aumentare la nostra presenza presso gli associati: quest’anno abbiamo già calendarizzato tre incontri con i singoli associati, quindi i nostri addetti andranno a trovare più spesso i nostri commercianti per essere più vicini a loro e portare “nel palazzo” le loro istanze e cercare di dare loro risposte in modo celere”, commenta Chiappa.

Nei confronti della pubblica amministrazione abbiamo presentato un documento e cercheremo di presidiare quei quattro punti che abbiamo indicato come linea guida per il 2023: riduzione della TARI, impegno in materia di COSAP, creazione di uno o due grandi eventi sul territorio in grado di portare turisti e persone in centro, gestione di ZTL e parcheggi per agevolare le persone a tornare in centro”.

Nel frattempo, nella sede di Strada Bobbiese è nato lo Sportello Energia a supporto degli associati: “Sì, lo abbiamo da subito per avviare i crediti d’imposta, un servizio importante, immediato e diretto. Un lavoro fatto a livello confederale, con i vari ministeri: abbiamo ottenuto queste agevolazioni e poi con le sedi locali dobbiamo mettere a terra questo credito d’imposta e far capire ai singoli associati quanto possono ottenere. Ma al di là della sede, come dicevo, quest’anno tengo a incontrare i nostri commercianti, uscire e tornare in sede con le loro istanze per cercare di soddisfarle. I nostri associati hanno bisogno di essere aggiornati, hanno bisogno di incontrare i nostri addetti per conoscere nel dettaglio le novità e le opportunità”.

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank