La Zobia di Fiorenzuola diventa “carnevale storico”, il riconoscimento del ministero: “Patrimonio immateriale e attrattore culturale”

Successo di assoluto prestigio per il “carnevale fiorenzuolano”, la Zobia, che a seguito della richiesta presentata dal Comune di Fiorenzuola d’Arda, in sinergia con il Comitato “Amici della Zobia”, ha ottenuto nelle scorse settimane dal Ministero della Cultura il riconoscimento di “carnevale storico”, introdotto dalla Legge di Bilancio 2022 e finalizzato alla tutela e alla valorizzazione della funzione svolta dai carnevali storici, di riconoscibile identità storica e culturale, per la conservazione e la trasmissione delle tradizioni storiche e popolari nell’ambito della promozione dei territori.

I carnevali storici – secondo Dario Franceschini, Ministro della Cultura all’epoca dell’approvazione della Legge di Bilancio 2022 e della promulgazione del decreto relativo al riconoscimento e al contributo a favore dei carnevali storici – sono patrimonio immateriale dei nostri territori; affondano le loro radici nelle tradizioni popolari delle comunità e costituiscono un notevole attrattore culturale”. Nell’ambito dello stesso riconoscimento, il Comune di Fiorenzuola d’Arda ha ottenuto un contributo di 7.795,80 euro per le spese sostenute in relazione all’organizzazione dell’edizione 2022 della manifestazione.

CHE COS’È LA ZOBIA

La    Zobia,    manifestazione    organizzata    dall’Associazione    “Amici         della                        Zobia”  e dall’Amministrazione Comunale di        Fiorenzuola            d’Arda, è      lo    storico            “carnevale fiorenzuolano”, conosciuto per la sua originalità su tutto il territorio nazionale. Durante la manifestazione, Fiorenzuola d’Arda si trasforma in un vero e proprio “teatro a cielo aperto” dove, durante la sfilata di carri e carretti artigianali, ciascuno si può improvvisare attore, interagendo col pubblico attraverso battute e sketch dialettali. La manifestazione incrocia tradizione e arte di strada: i partecipanti al Carnevale fiorenzuolano diventano infatti artisti di strada travestendosi ma senza mascherarsi – perché, da

tradizione, la Zobia vuole il viso scoperto – per esibirsi poi nello spettacolo in Piazza Caduti, dove con esilaranti battute e sketch viene rappresentato l’argomento che rappresenta il carro o la singola maschera.

Ogni anno la Zobia vede la partecipazione di migliaia di persone: tutta la Città è coinvolta nei preparativi della manifestazione, dai vari gruppi di Cittadini che si riuniscono per studiare il tema da sviluppare nel rispettivo carro, alle Associazioni che collaborano alla manifestazione attraverso l’organizzazione di stand gastronomici; la vendita di coriandoli e la presenza di personale per il trucco. Dal Club Cinefotografico di Fiorenzuola d’Arda, ogni anno viene inoltre indetto un concorso fotografico in occasione della Zobia: nei mesi successivi viene inoltre allestita una mostra con le foto più belle scattate alle maschere e, in generale, alla manifestazione.

IL COMMENTO DEL SINDACO E DELL’ASSESSORE ALLA CULTURA

Grande soddisfazione del Sindaco di Fiorenzuola d’Arda, Romeo Gandolfi. “Sin dall’epoca medievale, la Zobia fa parte della storia della nostra Città, ed ogni anno accoglie migliaia di turisti e visitatori, che nonostante lo stretto legame tra l’evento e la realtà fiorenzuolana, accorrono qui anche da fuori provincia per conoscere questa popolare manifestazione all’insegna, in particolare, del divertimento e della satira su personaggi e fatti locali. Attraverso la presentazione al Ministero della Cultura della richiesta di riconoscimento di Carnevale storico per la Zobia, la nostra Amministrazione ha ritenuto opportuno valorizzare questa manifestazione di grande tradizione per la nostra Città: la determinazione, l’impegno e la ferma volontà di valorizzare e sostenere eventi di tradizione popolare e folkloristica come questo, fortemente caratteristico per la nostra Città, ci hanno permesso di ricevere questo importante riconoscimento. Grazie agli Uffici Comunali e al gruppo “Amici della Zobia”, ogni anno in prima linea per l’organizzazione della manifestazione, per la cui edizione 2023 si stanno già scaldando i motori”.

“Questo successo è stato reso possibile grazie allo straordinario lavoro compiuto da parte del Comitato “Amici della Zobia”, storicamente e meritoriamente sostenuto dalla rete imprenditoriale e commerciale cittadina, insieme all’Amministrazione ed agli Uffici Comunali”, ha aggiunto l’Assessore alla Cultura del Comune di Fiorenzuola d’Arda, Massimiliano Morganti: “Nei prossimi anni lavoreremo per valorizzare ancora di più questa manifestazione straordinaria nella sua essenza; nella sua unicità e nelle personalità che la animano e la rendono possibile”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank