Virtus Verona – Piacenza, i biancorossi ora vogliono i tre punti

Virtus Verona - Piacenza

Nemmeno il tempo di archiviare il 2-2 con la Pro Patria ed il Piacenza di Scazzola è già pronto per tornare in campo. Mercoledì sera, alle 20:30, i biancorossi sfideranno al “Nocini” la Virtus Verona per il recupero della seconda giornata di campionato.

blank

Ascolta Virtus Verona – Piacenza su RADIO SOUND

Sarebbe dovuta andare in scena lo scorso 4 settembre, ma la gara era stata rinviata a causa dell’impegno con le nazionale lituana di Dubickas. Il Piacenza deve affrontarla invece con alle spalle 3 partite in cui sono arrivati 3 pareggi e molti segnali positivi: la squadra di Scazzola è già “quadrata”. Quegli automatismi che in genere si trovano dopo mesi di lavoro in parte sono già stati costruiti e non è affatto un caso che nelle 5 gare ufficiali (inclusi i due successi in Coppa Italia) i biancorossi non siano mai stati sconfitti.

Manca la vittoria

A livello di prestazioni non c’è nulla da imputare al Piacenza. Ai punti la squadra avrebbe meritato di vincere sia al “Nereo Rocco” di Trieste sia al “Garilli” con la Pro Patria, in questo momento però ai biancorossi manca quel pizzico di killer instinct per sfruttare al meglio le occasioni dei 90’: ne hanno avute parecchie contro i Tigrotti domenica pomeriggio, sia nel primo tempo che dopo il pareggio di Rabbi (ascolta i “Punti di vista” di Andrea Amorini). Insomma è arrivato il momento di raccogliere quanto è stato seminato nelle giornate precedenti.

Virtus Verona, altro scontro diretto

Sulla carta la Virtus è certamente tra quelle squadre che a fine stagione probabilmente lotteranno per la salvezza. La compagine allenata da mister Fresco nella sfida con il Legnago di domenica ha avuto esattamente le stesse problematiche del Piacenza: non ha saputo sfruttare le tante palle gol costruite nell’arco della partita. Per la cronaca, la gara è terminata 1-1 con i veronesi che sono anche passati in vantaggio con la rete dell’attaccante 36enne marocchino Rachid Arma. Quello di domenica pomeriggio però è stato di fatto il primo punto ottenuto dai rossoblù, battuti all’esordio di misura a casa del Sudtirol e poi superati (per altro dopo essere stati in vantaggio) dal Renate per 3-1. Un avversario che non avrà i favori del pronostico ma vorrà dare una sterzata al suo campionato.

Qui Piacenza

Scazzola dovrà sopperire all’assenza di Tafa (squalificato) e di Simonetti ed Angileri. Da valutare le condizioni di Armini (probabilmente rivedremo Marchi dal 1’). Cesarini è entrato per l’ultima mezzora del match con la Pro Patria, ma è probabile rivederlo in campo con un ingresso in corso d’opera.

La probabile formazione

(3-4-2-1): Stucchi, Nava, Codromaz, Marchi, Parisi, Bobb, Sulijc, Burgio, Corbari e Gonzi dietro a Dubickas. All Scazzola

I prossimi impegni dei biancorossi

Domenica 26 settembre, ore 17:30 Mantova – Piacenza
Mercoledì 29 settembre, ore 21:00 Piacenza – Legnago
Domenica 3 ottobre, ore 14:30 Pergolettese – Piacenza

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank