Welfare aziendale, un ponte fra pianura e montagna: il progetto promosso nell’ambito del Fol in Fest

Welfare-aziendale-un-ponte-fra-pianura-e-montagna
Piacenza 24 WhatsApp

Welfare aziendale, un ponte fra pianura e montagna, il progetto per valorizzare il sistema dei servizi come strumento di attrazione per far tornare a vivere la montagna. E’ questo l’obiettivo elaborato nell’ambito del Fol in Fest, rassegna nata nel 2022 come sfida per far riscoprire nuove motivazioni per tornare ad abitare le zone interne montuose.

Welfare aziendale i punti di forza

Tra i punti di forza individuati ci sono le scuole primarie, eccellenze capaci di esprimere numerosi vantaggi competitivi rispetto a quelle di pianura, calate in più in un contesto naturalistico ed umano incomparabile. Le stesse hanno pagato però il fenomeno del progressivo spopolamento abitativo, un trend che può essere rovesciato solo individuando i fattori di criticità nella conciliazione tra famiglia, scuola e lavoro e nella conseguente creazione di una adeguata rete di sostegno a livello di servizi.

Welfare aziendale i promotori

Si tratta di un progetto che avevamo lanciato nel corso del Fol in Fest 2023 – ricordano i Sindaci dei comuni promotori della rassegna, Alta Val Tidone, Ferriere, Morfasso e Ottone –p puntando a coinvolgere i lavoratori della logistica, presenza importante nel tessuto economico piacentino, in una progressiva riscoperta del valore della vita nei nostri territori. Il nostro impegno come amministratori è di creare le migliori condizioni possibili perché le persone e le famiglie trovino sulle nostre montagne l’habitat ideale per progettare e sviluppare il proprio progetto di vita. Negli ultimi anni, numeri alla mano, registriamo finalmente un saldo positivo nella popolazione, con anche un buon numero di nuovi nati. E’ per noi un ulteriore input a fare sempre di più e sempre meglio, partendo dalle più giovani generazioni e dai sostegni pensati per loro e per le loro famiglie”.

Welfare aziendale il Fol

A tal fine, passo iniziale per essere consapevoli delle criticità e delle necessità e conseguentemente intervenire in modo positivo, il comitato organizzativo del Fol in Fest ha formulato e distribuito nei giorni scorsi ai dipendenti del comparto della logistica piacentina, per tramite delle aziende stesse, un questionario conoscitivo sullo stato di salute del welfare e sulle necessità e bisogni della popolazione.

Welfare aziendale le premesse del questionario

Si tratta di una iniziativa di avvicinamento, conoscenza, formazione, scambio e accompagnamento – si legge nelle premesse del questionario – finalizzata a supportare le persone interessate a trasferirsi o restare a vivere per alcuni periodi nella realtà montana, o semplicemente iscrivere i propri figli nelle scuole dello stesso territorio”. Una scuola, quella di montagna, di eccellenze, “prima ad avere strumenti innovativi, con una composizione etnica e sociale assolutamente variegata, ha sperimentato percorsi inclusivi senza paragoni”. “Questa scuola – si legge ancora – può venire incontro alle esigenze delle famiglie dei lavoratori, offrendo una molteplicità di aiuti e servizi, non solo per garantire benessere sociale ma anche per proteggere i soggetti più fragili”.

Le Fasi del progetto

Per fare questo il progetto prevede una prima fase di ascolto, attraverso la diffusione del questionario conoscitivo, suddiviso in 13 domande che puntano a fotografare la situazione in essere del welfare aziendale e le esigenze e necessità dei lavoratori con figli.

I risultati dell’indagine

I risultati dell’indagine, sottoposti non solo ai 4 Comuni del Fol in Fest, ma alle direzioni scolastiche e al provveditorato, puntano ad essere da stimolo al miglioramento del sistema scolastico e dei servizi ad esso connessi, non solo con l’implementazione dell’offerta formativa, ma anche proponendo un innovativo travaso di allievi dalle scuole di pianura a quelle di montagna che sia sostenuto da un’adeguata ed efficiente rete di welfare e trasporti.

Radio Sound
blank blank