Agenti aggrediti durante il furto, il 19enne era irregolare e con divieto di dimora: si trova in carcere alle Novate

blank
Piacenza 24 WhatsApp

Era irregolare e con tanto di divieto di dimora nella provincia di Piacenza il ragazzo tunisino di 19 anni che ieri mattina, 11 settembre, ha aggredito due agenti (polizia e polizia locale) dopo essere stato colto sul fatto durante un furto. Il giovane stava armeggiando intorno a una vettura parcheggiata al Cheope quando è stato bloccato. A quel punto ha aggredito fisicamente un agente della polizia di Stato e un’agente della polizia locale, ferendoli. Dopo attimi concitati il 19enne è stato bloccato e arrestato. Processato per direttissima si trova al carcere delle Novate.

Deve rispondere delle accuse di tentata rapina impropria, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, porto abusivo di oggetti atti all’offesa e ricettazione. Questi ultimi due capi d’accusa sono dovuti a quanto ritrovato nelle tasche del ragazzo, rispettivamente un coltello a serramanico e un telefono cellulare risultato rubato. Inoltre il 19enne è risultato avere alcuni precedenti penali in tema di droga: proprio per questi era stato allontanato dalla provincia piacentina.

Dopo la decisione della custodia cautelare in carcere, la prossima udienza è stata rinviata.

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank