Chiusura mensa Caritas, Idda:”Militari? Le persone vanno aiutate preventivamente”. Aperto confronto con le istituzioni -AUDIO

Chiusura-mensa-Caritas-aperto-confronto-con-istutuzioni
Piacenza 24 WhatsApp

Chiusura mensa Caritas, i gravi fatti di cronaca che si sono ripetuti nel tempo all’interno della struttura che hanno portato anche al ricorso alle cure dei sanitari di due persone, hanno imposto la sospensione del servizio in attesa che si possa trovare una soluzione che possa garantire la sicurezza di chi frequenta la struttura e degli operatori che prestano la propria opera volontaria quotidianamente in via San Vincenzo.

Chiusura mensa Caritas: i fatti

Nei giorni scorsi si sono verificati degli episodi piuttosto violenti, graviracconta il direttore della Caritas diocesana di Piacenza e Bobbio Mario Iddache hanno portato alla necessità di ricorso alle cure dei sanitari di due persone, si tratta di un episodio di violenza estrema che non si era mai verificato”.

Chiusura mensa Caritas: una chiusura sofferta ma necessaria

Al di là dell’episodio singolo – spiega Mario Idda – quello che ci ha spinti a prendere una decisione drastica, grave e molto sofferta è il fatto che negli ultimi mesi in maniera più o meno violenta, c’è stato un susseguirsi di fenomeni estremi”.

Audio intervista Direttore Caritas Diocesana Mario Idda

Chiusura mensa Caritas: i motivi

Ci tenevo a sottolineare – continua Mario Idda – in maniera più specifica le motivazioni della decisione di chiudere la mensa, si tratta del dovere che abbiamo di tutelare la salvaguardia delle persone che è fondamentale, non solo degli ospiti ma anche dei volontari che dedicano del tempo in maniera gratuita e spontanea, quindi si tratta di una incolumità che va garantita”.

Chiusura mensa Caritas: i possibili provvedimenti per riaprire

Abbiamo aperto un confronto con le istituzioni -anticipa Idda – con le diverse parti della comunità perché si trovi una modalità migliore per gestire situazioni di disagio che evidentemente queste persone accumulano durante la giornata e per il fatto che arrivino in mensa sopratutto la sera, dopo una giornata in cui c’è stato un abuso di sostanze di alcol, oppure persone che hanno problemi di salute molto seri anche mentali, comunque in uno stato di alterazione”:

Un Confronto necessario

Il confronto è necessario – specifica Idda – su questi temi per capire a livello preventivo come poter operare sul territorio perché questi eventi non accadono solo in Caritas”.

Chiusura mensa Caritas quando riprende il servizio

Sulla riapertura ci stiamo lavorando – indica Idda – stiamo intanto cercando di capire se riusciamo nel frattempo a soddisfare un bisogno primario in modo provvisorio e alternativo ma siamo in una situazione di work in progress”.

Il supporto militare

E’ una eventualità a cui non abbiamo nemmeno mai pensato – dice Idda –non è una situazione in cui è necessario l’intervento dei militari, ci sono già in stazione. Qui siamo in una situazione completamente diversa, le persone qui vanno aiutate preventivamente, se un individuo ha problemi di carattere mentale o alcolismo va curato, non vogliamo arrivare a soluzioni estreme. Non è questa la nostra modalità, per Caritas è importante aiutare l’individuo in un percorso riabilitativo, la mensa ha lo scopo della distribuzione dei pasti, è di servizio, ma ha dietro tutto un progetto relativo alla persona. E’ questo per noi quello che conta”.

Iscriviti per rimanere sintonizzato!

Radio Sound
blank blank