Contagi in crescita, quasi 6 mila vaccini. Appello ai giovani trovati positivi: “Sbagliato nascondere i contatti recenti, non significa fare la spia ma proteggere i familiari” – AUDIO

Piacenza 24 WhatsApp

A Piacenza le vaccinazioni proseguono a ritmo serrato. Al 12 gennaio sono 5557 le persone che hanno già ricevuto la dose prevista dal programma. “Di questi, l’81% è costituito da operatori sanitari e non solo dipendenti dell’Ausl. Mi riferisco anche a operatori privati, medici di medicina generale e altre figure esterne all’azienda”.

“Oltre a questi annoveriamo 439 ospiti delle Cra (8%) e 598 operatori non sanitari (11%). Ma per rispondere alle polemiche comparse su alcuni organi di informazione nazionali, tengo a specificare che si parla comunque di personale impiegato all’Ausl e che lavora a stretto contatto con medici e pazienti. Mi riferisco a addetti alle pulizie, manutenzione e quant’altro”.

La situazione epidemiologica

Secondo Baldino la situazione non è positiva. Dal 4 al 10 gennaio i nuovi positivi sono stati 872, una crescita del 12% rispetto alla settimana precedente quando i nuovi casi erano stati 777. Avevamo paura di un incremento esponenziale, ma sicuramente non è una situazione positiva.

Quello che preoccupa è l’indice di incidenza, ovvero il numero di positivi per mille abitanti. A Piacenza l’indice si attesta a 3, più elevato rispetto a quello dell’Emilia Romagna (2,9) e quello nazionale (2).

Al 10 gennaio i ricoveri Covid sono 261, mentre sono 14 le persone in terapia intensiva. Aumentano anche i decessi: nella settimana dal 4 al 10 gennaio sono stati 43, mentre la settimana precedente erano stati 31.

Ma Luca Baldino lancia un appello ai cittadini, soprattutto ai più giovani.

“Quando troviamo un positivo, spesso e volentieri i più giovani si rifiutano di comunicare il nome delle persone con cui sono entrati in contatto nelle ore precedenti, magari durante una festa o un assembramento. Ma comunicare i contagi non equivale a una denuncia, serve per tutelare gli amici e i familiari. Non si tratta di fare la spia, si tratta di non contagiare il nonno”.

Radio Sound
blank blank