Coronavirus, da Enel 2 milioni di euro per gli ospedali della regione

Coronavirus, un contagiato ricoverato all'ospedale di Codogno
Radio Sound
Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza
blank blank blank

Due milioni di euro all’Emilia-Romagna per potenziare la rete dei posti letto di terapia intensiva e realizzate strutture di pre-triage per le attività di prima accoglienza in alcuni ospedali di Bologna, Piacenza, Rimini e Reggio Emilia. Questo grazie alla donazione di Enel Cuore, la onlus di Enel, a fianco della Regione per l’emergenza sanitaria causata dal diffondersi del virus Covid-19.“Ringrazio il gruppo Enel a nome mio personale e di tutta la comunità regionale – ha detto il presidente della Regione, Stefano Bonaccini.

I due milioni di euro destinati all’Emilia-Romagna ci permetteranno di potenziare ulteriormente la rete dei posti letto di terapia intensiva, fondamentali per garantire cura e assistenza a ogni paziente. La solidarietà e l’attenzione verso il nostro sistema sanitario rappresenta anche un patrimonio di fiducia verso chi ci lavora, professionisti e operatori straordinari, ai quali saremo sempre grati, che ci fa capire una volta di più come investire nella sistema sanitario pubblico debba essere una priorità assoluta”.

La donazione alla regione Emilia-Romagna rientra tra le misure approvate nei giorni scorsi da Enel Cuore per affrontare l’emergenza epidemiologica. La onlus ha già stanziato oltre 23 milioni di euro sia per progetti individuati, sia per altri in fase di individuazione.