Eparina per combattere il Coronavirus, Stabile: “Risultati positivi su 150 pazienti” – AUDIO

blank
Radio Sound
Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza
blank blank blank

Eparina per combattere il Coronavirus. “L’Eparina si usa di routine dopo gli interventi chirurgici per evitare trombosi. Non tutti conoscono l’aspetto anti-infiammatorio”. E’ il commento del primario di Chirurgia plastica, Marco Stabile, che ha ideato una nuova, possibile cura per il Coronavirus.

“Il Covid-19 provoca una polmonite, quindi una grande infiammazione. Il 16 marzo abbiamo organizzato così un briefing per cercare di spegnere questa infiammazione. A quel punto mi si è accesa una lampadina: io avevo già usato l’eparina dodici anni fa per la cura dei grandi ustionati. Avevamo ottenuto degli ottimi risultati, tanto che avevo divulgato questa scoperta a livello internazionale”.

“Dal 17 marzo, dopo l’approvazione, siamo partiti con più di 150 pazienti ricoverati per polmonite interstiziale: con loro abbiamo avuto risposta positiva. Noi valutiamo i parametri dell’infiammazione: sono tutti migliorati“.

“Elemento importante, la cura a base di eparina deve essere fatta in ospedale, i cittadini non devono andare in farmacia ad acquistare il farmaco: sarebbe pericoloso”.