Coach Di Carlo sul match di Verona, “Per vincere ci vuole maggior personalità verso la fine dei match” AUDIO

Di Carlo sul match di Verona

Coach Di Carlo sull’anticipo di Verona previsto il 23 febbraio alle 20 45. L’allenatore biancorosso è intervenuto a Radio Sound parlando del delicato momento in casa Bakery.

“Per vincere ci vuole maggior personalità verso la fine dei match. E’ una partita molto complicata quella di sabato sera in Veneto. In particolare è opportuno fare le cose giuste. Razionalizzare le energie mentali perché a Verona sarà un’altra battaglia. Nei minuti finali quando si esce dallo spartito bisogna far emergere le qualità caratteriali, il talento e anche un po’ di personalità. Infatti in quei momenti si decide, quindi non possiamo pensare che tutto vada sempre secondo i piani. Bisogna avere forza caratteriale per uscire da situazione che possono portare alla vittoria o alla sconfitta”.

Comunicato stampa

Dopo la sconfitta con Forlì e l’addio di Andrea Crosariol, i biancorossi dovranno cercare il successo per invertire la striscia nera di quattro partite. L’avversario sarà la Tezenis Verona di coach Dalmonte, che arriva da due successi filati e lotta per mantenere il proprio posto playoff. L’appuntamento è per sabato sera, alle 20:45, presso l’AGSM Forum.

Coach Gennaro Di Carlo, come di consueto, analizza il momento in casa Bakery.

 “Per affrontare nel migliore dei modi questo momento bisogna avere consapevolezza dei propri limiti. Questo, che apparentemente può sembrare un difetto, diventa uno dei più decisivi punti di forza che un gruppo può mettere sul piatto della salvezza. Se si innesca questo meccanismo, contemporaneamente si allontanano le paure e l’ansia che possono attanagliare una squadra. Stiamo combattendo contro al tempo, e riconoscere i difetti ci può aiutare nel raggiungere il nostro obiettivo”.

Come si affronta la Tezenis di coach Dalmonte.

“Innanzitutto, va sottolineato il fatto che per noi è stata un’altra settimana complicata. L’addio di Crosariol ha accorciato le rotazioni e ci ha fatto perdere un tassello nella squadra. Per quanto riguarda la Tezenis, onestamente parlando, è tra le squadre più forti del girone e, senza voler offendere i colleghi, la meglio allenata ed organizzata. Questa combinazione talento-organizzazione la rende molto temibile. Hanno esterni molto rapidi e con grandi qualità di scorer, un pacchetto lunghi capace di aprire il campo e a tutto questo si somma la capacità di Dalmonte di schierarli nel migliore dei modi. Alla luce di tutto ciò, noi ci siamo preparati nel migliore dei modi per affrontarli sabato sera”.