Lyons a due facce: oltre agli stranieri c’è l’anima piacentina del club

lyons

Dopo gli acquisti “internazionali” degli argentini Maximo Ledesma, Santiago Portillo e Maximiliano Filizzola, la società di Sitav Rugby Lyons vuole dare il giusto risalto a quella che viene considerata “l’anima” della squadra, ovvero i tantissimi giocatori cresciuti nel vivaio bianconero che fanno parte del gruppo di Gonzalo Garcia. I Lyons nascono con una forte vocazione per il settore giovanile, ed è grazie a questo che ha ottenuto i suoi successi più importanti. Quest’anno, il forte legame con i giocatori cresciuti nella società è ulteriormente rinsaldato, con ben 15 elementi piacentini a disposizione di Gonzalo Garcia.

blank

BANCE Nourou Abdoul, 3a linea

BORERI Jacopo, Ala

BORGHI Riccardo, tallonatore

CANDERLE Federico, tallonatore

CISSE Khadim, 3a linea

CUMINETTI Federico, ala

DI MASI Nicolò, ala

EFORI Federico, m.mischia

LEKIC Miralem, 3a linea

MORETTO Alessandro, 3a linea

PERAZZOLI Alessandro, centro

POZZOLI Lorenzo, 2a linea

SALERNO Matteo, pilone

VIA Alessandro, m.mischia

VIA Giovanni, estremo

Il Direttore Sportivo Stefano Nucci

“L’obiettivo della nostra società è stato quello di portare più giocatori cresciuti nel vivaio possibili in prima squadra, e il fatto di poter schierare 15 nostri ragazzi nel massimo campionato italiano è un punto di orgoglio per tutto il nostro ambiente, in primis per tutti i nostri tecnici che li hanno visti crescere sul nostro campo di allenamento. Sono tutti giocatori che si impegnano tantissimo sia dentro che fuori dal campo per nostra società, e siamo fieri di aver formato degli uomini, prima che degli atleti, del loro valore.

Nella nostra squadra abbiamo elementi che sono ormai dei veri e propri leader della squadra, come Nourou Bance che nell’ultimo anno ha tagliato il traguardo delle 200 presenze con la nostra maglia, Khadim Cissè, che è già stato capitano in alcune occasioni, Alessandro Via, uno degli elementi più talentuosi usciti dal nostro vivaio e il pilone Matteo Salerno, ancora della nostra mischia, anima dello spogliatoio e uno dei migliori esempi di come il lavoro dei nostri staff tecnici sia stato ottimo negli ultimi anni. Sono loro che rappresentano alla perfezione cosa significhi portare la nostra maglia sui campi di tutta italia, e rappresentano un capitale umano fondamentale per tutto il gruppo.”

Sempre Nucci aggiunge

“Accanto a loro siamo orgogliosi di aver portato diversi ragazzi giovani a esordire e giocare nelle piazze più prestigiose d’Italia. Nella scorsa stagione abbiamo avuto 4 esordienti che hanno tutti ben figurato nonostante la giovanissima età. Alessandro Moretto, classe 2001, è entrato in campo in tutte e 18 le partite di campionato disputate nella scorsa stagione. Federico Cuminetti, classe 2002, si è messo in luce marcando tre mete in stagione e conquistando con merito la convocazione in Nazionale U20. Nicolò Di Masi, altro classe 2002, ha esordito contro il Petrarca Padova con una grande prestazione, ed è un ragazzo su cui sappiamo che si può lavorare con fiducia. Alessandro Perazzoli, infine, è stato il primo giocatore classe 2003 a giocare in Peroni TOP10, e anche per lui si prospetta un futuro importante all’interno della nostra squadra.

Questi ultimi tre giocatori, pur essendo ancora eleggibili per la neonata categoria Under 19, rimarranno aggregati al gruppo della Prima Squadra, e potranno giocarsi le loro carte per essere protagonisti. Inoltre, vogliamo dare ancora più importanza al progetto tecnico della nostra Formazione Cadetta, che ha sempre avuto lo scopo di formare i nostri giocatori al rugby di alto livello. Con la nuova riforma del campionato di Serie C riteniamo che i nostri giovani avranno l’occasione per mettersi in mostra con continuità e profitto.”

Da segnalare un movimento di mercato che coinvolge le due società della città

“Il nostro rapporto con il Piacenza Rugby rimane ottimo e siamo molto felici di poter proseguire con la collaborazione avuta negli ultimi anni. Per soddisfare le esigenze di rosa di entrambe le squadre, abbiamo portato in porto uno scambio tra due ragazzi di assoluto valore.

Filippo Canderle, pilone cresciuto nel Piacenza Rugby che già nella scorsa stagione ha avuto grande spazio nelle nostre fila, farà parte della rosa bianconera anche quest’anno, mentre al Piacenza abbiamo ceduto in prestito il nostro giovanissimo Mediano d’Apertura Nicholas Groppelli, che potrà ancora crescere in un contesto a lui favorevole.”

CANDERLE Filippo, Pilone, 186cm x 117kg

Resta ancora qualche mossa per completare la rosa da parte di Sitav Rugby Lyons, che però potrà ancora una volta contare su una base affiatata di giocatori “fatti in casa” che sono garanzia di impegno e di un contributo fondamentale per i risultati della squadra.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank